Canoa Kayak Turismo Friuli Venezia Giulia

KLI - Kayak in Legno Italia

La Prima Community Italiana dei Costruttori di Canoa e Kayak in Legno
Oggi è 20 set 2017, 13:58

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 32 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Re: manutenzione kayak in resina.
MessaggioInviato: 2 lug 2017, 18:40 
Non connesso

Iscritto il: 27 feb 2017, 7:51
Messaggi: 22
anche se lentamente i lavori procedono!
dove il gelcoat era danneggiato ho stuccato con gelcoat filler e carteggiato.
nelle fessure tra i due gusci ho infilato tessuto inbevuto con colla epossidica.
ora devo rimettete il nastro di finitura sull'accoppiamento dei due gusci. cosa uso?
ho visto ci sono nastri specifici per le linee di galleggiamento, uso questi?
la parte inferiore dello kayak é stata categgiata con carta 220 e poi 500. si presenta bianca ma opaca (lucida se bagnata). se non è un problema lascerei cosi.


Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.


Top
 Profilo  
 

Sponsor

tatiyak epoxyshop ozone kayak
Creazioni Siti Web Udine Friuli
Se vuoi il tuo banner qui puoi contattarci: richiederci informazioni senza impegno :)

 Oggetto del messaggio: Re: manutenzione kayak in resina.
MessaggioInviato: 5 set 2017, 5:57 
Non connesso

Iscritto il: 27 feb 2017, 7:51
Messaggi: 22
ho provato diverse volte al lago e sembra essere tutto ok!
ora il problema sono io che non riesco a tenere la direzione.... e sto pensando di provare a modificare i profili di poppa/prua o di mettere un timoncino "fisso"
che ne pensate dei due possibili interventi?
grazie Roberto


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: manutenzione kayak in resina.
MessaggioInviato: 5 set 2017, 7:14 
Non connesso
sostenitore KLI
Avatar utente

Iscritto il: 25 mar 2010, 13:59
Messaggi: 1156
Località: Padova
hai ripristinato i puntapiedi? sono indispensabili per le spinte e per mantenere la direzione.
Per timone penso vada bene;
non modificherei i profili.

_________________
[color=#0000FF][size=85][i]pace in casa, pace nel mondo.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: manutenzione kayak in resina.
MessaggioInviato: 5 set 2017, 7:45 
Non connesso

Iscritto il: 27 feb 2017, 7:51
Messaggi: 22
per la pedaluera pensavo di mettere la classica a "T"!
ora devo studiare l'attacco del timone
grazie


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: manutenzione kayak in resina.
MessaggioInviato: 5 set 2017, 11:27 
Non connesso
sostenitore KLI
Avatar utente

Iscritto il: 25 mar 2010, 13:59
Messaggi: 1156
Località: Padova
prima metti la pedaliera, poi dopo aver provato come va, eventualmente penserai al timone. :wink:

_________________
[color=#0000FF][size=85][i]pace in casa, pace nel mondo.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: manutenzione kayak in resina.
MessaggioInviato: 5 set 2017, 12:38 
Non connesso

Iscritto il: 27 feb 2017, 7:51
Messaggi: 22
ok anche se pensavo di usare il timone manualmente con dei tiranti giusto per correggere la direzione


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: manutenzione kayak in resina.
MessaggioInviato: 5 set 2017, 13:29 
Non connesso
Fondatore
Avatar utente

Iscritto il: 15 lug 2008, 0:42
Messaggi: 2395
Località: mi muovo
Secondo me non occorre complicarsi la vita con un timone mobile.
Se proprio non tiene la direzione, spesso è sufficiente aggiungere uno skeg a prua (una sorta di deriva fissa, non so bene il termine corretto in italiano), bastano pochi cm e le cose cambiano drasticamente, ti assicuro.
E' più semplice da costruire, più robusto, meno manutenzione ... ti consiglio questa opzione prima di fare un vero e proprio timone manovrabile.
Una volta che hai un kayak che va dritto, cambiare direzione è facile adattando la pagaiata, anche se non sei un pagaiatore esperto il movimento ti verrà presto naturale.

Buon lavoro :D


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: manutenzione kayak in resina.
MessaggioInviato: 5 set 2017, 15:06 
Non connesso

Iscritto il: 27 feb 2017, 7:51
Messaggi: 22
si
si potrebbe anche pensare si far fare questa funzione al timone?
grazie


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: manutenzione kayak in resina.
MessaggioInviato: 5 set 2017, 16:26 
Non connesso
Fondatore
Avatar utente

Iscritto il: 15 lug 2008, 0:42
Messaggi: 2395
Località: mi muovo
non ho capito bene la tua domanda :?
comunque, per spiegare meglio la soluzione proposta, dai un occhio a questa vecchia discussione:

http://www.kayakinlegno.com/forum/viewtopic.php?f=63&t=2751


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: manutenzione kayak in resina.
MessaggioInviato: 5 set 2017, 16:40 
Non connesso

Iscritto il: 27 feb 2017, 7:51
Messaggi: 22
io pensavo a questo usando il timone!


Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: manutenzione kayak in resina.
MessaggioInviato: 5 set 2017, 22:08 
Non connesso
Fondatore
Avatar utente

Iscritto il: 15 lug 2008, 0:42
Messaggi: 2395
Località: mi muovo
Ah ok, ora è chiaro.
Resta valido il consiglio di non complicarsi la vita e fare un prolungamento fisso della chiglia.
Puoi provare mettendo un provvisorio fissato alla meglio e fare qualche prova in acqua apprezzare la differenza di direzionalità, così puoi anche regolarti sulla dimensione ottimale da usare.

Ovviamente, se hai voglia e tempo di fare uno skeg regolabile fai pure, si autocostruisce per questo ;-)
Fai attenzione solo a non avere fili in posizioni in cui ti potresti incastrare durante un rovesciamento accidentale, meglio evitare situazioni potenzialmente pericolose.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: manutenzione kayak in resina.
MessaggioInviato: 6 set 2017, 14:13 
Non connesso

Iscritto il: 27 feb 2017, 7:51
Messaggi: 22
per fissare la deriva per delle prove pensi sia adeguata la colla a caldo?
grazie per la collaborazione


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: manutenzione kayak in resina.
MessaggioInviato: 6 set 2017, 17:46 
Non connesso
amministratore
Avatar utente

Iscritto il: 10 apr 2008, 14:18
Messaggi: 2851
Località: Canada
ah, quello scafo tiene la direzione in quel modo, punto e basta, non era fatto per le traversate di mare aperto.
C'e' stato chi ha modificato il tutto per fargli tenere la direzione un po di piu'.
Come appendici da incollare a poppa o prua e poppa non occorre molto, il punto e' che possono rovinare il comportamento in altre situazioni.
Per la direzione anche una chiglietta fissa che corre lungo tutto lo scafo fa differenza.
La pratica poi fa molta differenza, piu' impari e meno ti da' fastidio, pure quello conta.
Se metti il timone aspetta a mettere puntapiedi, con un timone avrai la pedaliera per governarlo.
Per uno skeg fisso invece devi fare delle prove usando un temporaneo sovradimensionato che rifilerai continuamente fino a trovare il giusto compromesso.
Compromesso e' importante perche' come avrai visto nello schemino che hai allegato lo skeg ha un influenza diversa a seconda di vento e corrente quindi se una certa dimensione va bene in un modo puo' diventare una rottura per un'altro (prendi una traversata in acqua aperta contro l'andare ad esplorare laghi e laghetti con torrenti e fiumiciattoli che entrano ed escono) o addirittura traversare in una direzione e poi tornare indietro controvento e lo scafo che vuole girare. Quindi con roba fissa si cerca di dare appena appena un guadagno per mantenere la direzione ma non di piu'.
Con uno skeg retraibile la cosa diventa piu' complicata da costruire ma se lo fai tutto per conto suo poi basta tagliare lo scafo, rinforzarlo un po, incollare il tubo per il cavo, ed incollare lo scatolotto dello skeg. (non fare tolleranze minime che se no si incastra se ci va sabbia)
Un timone invece lo monti esterno, comprarlo o farlo decidi tu, al massimo fori per passare i cavi dentro lo scafo invece che fuori, non lo usi come uno skeg retraibile perche' sei sempre li a comandarlo con i piedi quindi quello e' tutto giu' o tutto su e basta.
Personalmente visto che stai lavorando sulla giunta delle due meta' io ne approfitterei per incollare i tubi dei cavi all'esterno.
C'e' sempre la possibilita' di aggiungere uno skeg esterno metti e togli: una pinnetta attaccata a due cinghie che fermi attorno alla coda dello scafo, e' una cosa che facevano fin da sempre quindi non considerarlo come immondizia.

Per che nastro, c'e' nastro apposta per le giunzioni in gomma, di solito ha bisogno di una specie di scanalatura che probabilmente hai riempito, costicchia... poi c'e' un nastro che semplicemente copre la giunta, se ricordo bene i tuoi posts quello era la roba che c'era su e c'erano delle rimanenze o perlomeno segni della colla quando hai preso lo scafo, piu' per bellezza e protezione che per struttura... ti puoi fare il nastro da solo usando roba tipo 3m5200 o roba simile di altre marche (non e' silicone, mi raccomando, e' roba seria, se usi silicone viene una schifezza) ma devi essere bravino a formare un cordolo fatto come dio comanda o rovina tutto... oppure usi la stessa roba per fare tutto sto nastro in gomma e quando e' asciutto lo incolli allo scafo usando lo stesso prodotto (tubi aperti li chiudi bene con lo scotch e poi li ficchi in freezer per mantenerli per qualche settimana)... o cercati una guarnizione in gomma gia; pronta da incollare allo stesso modo... oppure usa un nastro di vetroresina e buonanotte, puoi colorare la resina o dargli gelcoat su se te ne e' avanzato...
Dimenticavo, se il nastro e' solo per bellezza allora va in un negozio di roba per sartoria prendi un qualsiasi nastro per vestiti del colore che ti pare o anche con disegni ed usalo con epoxy come se fosse un nastro di fibra di vetro.
Per lo scafo lo puoi lasciare opaco dopo una carteggiatura o lo puoi lucidare, cere e roba varia funzionano ma sono un poco una rottura piu' avanti se devi fare ripari perche' devi essere sicuro di toglierle bene, altra possibilita' e' di dare una mano di vernice veloce su tutto lo scafo e buonanotte, a spruzzo ci vuole pochissimo se no a rullo e' semplicissimo pure se non sei abituato e si fa in fretta.

Insomma di soluzioni ne hai un bel po', usa quella che ti sembra piu' pratica per te.

_________________
Canoes don’t tip, people just fall out of them – Omer Stringer
Una volta conosciuto il volo, camminerete sulla terra guardando il cielo, perché la siete stati e la vorrete tornare - L. Da Vinci
Per mare e cielo non c'e' rifugio - Mio Nonno


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: manutenzione kayak in resina.
MessaggioInviato: 11 set 2017, 13:02 
Non connesso

Iscritto il: 27 feb 2017, 7:51
Messaggi: 22
se mi date assitistenza vorrei modificare la poppa e la prua dando questa forma.


Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: manutenzione kayak in resina.
MessaggioInviato: 15 set 2017, 2:19 
Non connesso
amministratore
Avatar utente

Iscritto il: 10 apr 2008, 14:18
Messaggi: 2851
Località: Canada
fa un anima di polistirene, copri con vetroresina, rifinisci con stucco di resina e microsfere e poi gelcoat. ma con tutto il lavoro che hai fatto per mettere a posto lo scafo cosi' come e' adesso non so se finisci con qualcosa di poco vantaggioso.

_________________
Canoes don’t tip, people just fall out of them – Omer Stringer
Una volta conosciuto il volo, camminerete sulla terra guardando il cielo, perché la siete stati e la vorrete tornare - L. Da Vinci
Per mare e cielo non c'e' rifugio - Mio Nonno


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 32 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Vai a:  
cron

Servizi Web LV3 - Web Design Davide Tommasin

Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBB.it