Canoa Kayak Turismo Friuli Venezia Giulia

KLI - Kayak in Legno Italia

La Prima Community Italiana dei Costruttori di Canoa e Kayak in Legno
Oggi è 23 ott 2017, 14:21

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 13 messaggi ] 
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: consigli sulla lana divetro
MessaggioInviato: 26 feb 2015, 21:28 
Non connesso

Iscritto il: 6 feb 2015, 12:56
Messaggi: 71
ciao sono gabri ,vorrei sapere se la vecchia e fastidiosa lana di vetro è ancora valida.Dato che fino l'anno scorso la usavo x lavoro ed ho facilita nel reperirla assieme alla resina poliestere(costruivo yacht).Fatemi sapere grazie.


Top
 Profilo  
 

Sponsor

tatiyak epoxyshop ozone kayak
Creazioni Siti Web Udine Friuli
Se vuoi il tuo banner qui puoi contattarci: richiederci informazioni senza impegno :)

 Oggetto del messaggio: Re: consigli sulla lana divetro
MessaggioInviato: 26 feb 2015, 22:22 
Non connesso
amministratore
Avatar utente

Iscritto il: 10 apr 2008, 14:18
Messaggi: 2875
Località: Canada
valida per cosa?.... da che so io e' possibile usarla al posto del pappone per formare i cordoli, impregnandola di resina... eventualmente possibile usarla per stampi, se e' la roba densa puo' essere difficile impregnarla bene, vacuumbagging sui generis (no peelply o strato assorbente, solo il breather) in quel caso puo' aiutare... consuma un bel po di resina cmq

_________________
Canoes don’t tip, people just fall out of them – Omer Stringer
Una volta conosciuto il volo, camminerete sulla terra guardando il cielo, perché la siete stati e la vorrete tornare - L. Da Vinci
Per mare e cielo non c'e' rifugio - Mio Nonno


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: consigli sulla lana divetro
MessaggioInviato: 26 feb 2015, 22:32 
Non connesso

Iscritto il: 6 feb 2015, 12:56
Messaggi: 71
è il poliestere al posto del epoxi?troppo liquido?


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: consigli sulla lana divetro
MessaggioInviato: 27 feb 2015, 23:54 
Non connesso
amministratore
Avatar utente

Iscritto il: 10 apr 2008, 14:18
Messaggi: 2875
Località: Canada
non direi, le resine con cui ho lavorato sono sempre state di diverse consistenze a seconda di usi e marche, non per tipo, dipende da cosa ci vuoi fare, se necessario uno gioca con la catalizzazione, temperature o addensanti, a seconda delle possibilita'.
La preferenza per l'epoxy e' perche' piu' semplice da usare, piu' versatile, appiccica sulle altre resine ecc, come materiale e' migliore... c'e' chi non la usa semplicemente per il costo o abitudine, vedi produzione comerciale, varia roba per auto ecc ecc, per l'autocostruttore che si fa uno scafo singolo il risparmio e' relativo, poi dipende, per alcuni meno relativo che per altri... Cmq e' una resina usabilissima quindi...

PS: se stai pensando ad uno scafo fatto con lana di vetro impregnata di resina ci sono mille ragioni per lasciar perdere

_________________
Canoes don’t tip, people just fall out of them – Omer Stringer
Una volta conosciuto il volo, camminerete sulla terra guardando il cielo, perché la siete stati e la vorrete tornare - L. Da Vinci
Per mare e cielo non c'e' rifugio - Mio Nonno


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: consigli sulla lana divetro
MessaggioInviato: 28 feb 2015, 16:06 
Non connesso

Iscritto il: 6 feb 2015, 12:56
Messaggi: 71
Grazie x le risposte Aco . Per quanto riguarda la lana di vetro mi sono espresso male io intendevo fibra,siccome ho lavorato nella nautica mi viene da usare un linguaggio dialettale.Mentre quella che vedo usare nella resinatura dei kayak la chiamo stuoia .Quando imparero' a inviare le foto saro' più charo, ma ho una certa eta e mi ci vuole del tempo.Ciao


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: consigli sulla lana divetro
MessaggioInviato: 1 mar 2015, 17:21 
Non connesso
amministratore
Avatar utente

Iscritto il: 10 apr 2008, 14:18
Messaggi: 2875
Località: Canada
ok: lana di vetro= quella usata per gli isolamenti, fibra di vetro = tutta quella usata nella vetroresina in una forma o nell'altra ed in alcune applicazioni che non impiegano resine... Stuoia tende ad indicare tessuto a trama semplice, uno filo sotto ed uno sopra, di solito molto grosso (difficile da piegare attorno a curve strette) noi non lo si usa molto perche' la trama richiede molto riempimento e non conforma bene...Poi in giro trovi chi intende solo questo tipo, chi ci include anche le grammature molto leggere e chi ci include ogni tipo di tessuto. La mia esperienza e' che quando richiedi stuoia ai produttori quelli ti mostrano tutte grammature pesanti, se chiedi roba leggera ti ficcano in mano il twill
Il twill, che salta fili prima di passare sotto e sopra, ha quell'aspetto di linee in diagonale ed assomiglia un poco al jeans per intenderci, e' piu' resistente perche' i fili della trama fanno meno curve nel tessuto e si conforma meglio. Cmq ai tempi di marcocaco in negozi trovavo grammature leggere a trama semplice oggi invece non ne trovo, Chiossul ti puo' spiegare i motivi molto meglio di me che farei solo supposizioni.

La stuoia grossa e' spesso usata assieme al matt perche' se lamini 2 strati di stuoia grossa non si toccano dappertutto e tendono a lasciare lo spazio vouto della trama, se ci si infila in mezzo il Mat allora quello riempie i vuoti. Il Mat e' quello fatto da tutti pezzetti di fibra tagliati e tenuti assieme da un appretto che la poliestere e' in grado di sciogliere e prenderne il posto, per quello non si usa con epoxy. (C'e' mat con delle cuciture di filo continuo ma non e' tessuto lo stesso) Mat da solo non ha abbastanza resistenza per un uso serio, lo devi accoppiare con tessuti o si spacca quando prende una bella botta... In tantissimi scafi commerciali trovi mat all'interno e tessuto all'esterno. Non laminare uno scafo in legno con Mat, tempo perso, resistenza zero, aspetto finale non buono.

Il concetto tra i diversi tipi di vetroresina e' lo stesso ma ogni resina ha il suo metodo di lavorazione leggermente diverso... Se sei abituato con la poliestere usala, fatti due conti per il peso finale dello scafo cosi' sai su che grammature orientarti, cerca di tenere una grammatura leggera all'esterno cosi' non usi un chilo di resina solo per riempire la trama

MAT
Immagine

Stuoia
Immagine

Twill
Immagine

_________________
Canoes don’t tip, people just fall out of them – Omer Stringer
Una volta conosciuto il volo, camminerete sulla terra guardando il cielo, perché la siete stati e la vorrete tornare - L. Da Vinci
Per mare e cielo non c'e' rifugio - Mio Nonno


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: consigli sulla lana divetro
MessaggioInviato: 1 mar 2015, 18:35 
Non connesso

Iscritto il: 6 feb 2015, 12:56
Messaggi: 71
Mi vergogno dopo piu' di 40 anni di cantiere non sarei stato capace di dare una risposta più chiara,sicuramente usero' la resina poliestere perché c'e lo in casa,dato che fino qualche mese fa facevo riparazioni e restauri.Se avro' bisogno di qualche chiarimento ormai so come fare.( sto diventando 1 genio del computer) Ciao!


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: consigli sulla lana divetro
MessaggioInviato: 4 mar 2015, 20:00 
Non connesso
amministratore
Avatar utente

Iscritto il: 10 apr 2008, 14:18
Messaggi: 2875
Località: Canada
Meglio usarla piuttosto che lasciarla li'... la poliestere invecchia in fretta specialmente se aperta, ed il catalizzatore vecchio ha la brutta abitudine di cambiare colore...

_________________
Canoes don’t tip, people just fall out of them – Omer Stringer
Una volta conosciuto il volo, camminerete sulla terra guardando il cielo, perché la siete stati e la vorrete tornare - L. Da Vinci
Per mare e cielo non c'e' rifugio - Mio Nonno


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: consigli sulla lana divetro
MessaggioInviato: 24 mar 2015, 19:22 
Non connesso
sostenitore KLI
Avatar utente

Iscritto il: 9 dic 2010, 9:15
Messaggi: 1875
Ciao caro; occhio ad usare poliestere su legno perchè da sempre, da chi la commercializza, sento dire che l'unico neo della poli è proprio la sua inappropriatezza di uso sul legno ( a differenza della epox che no ha questo tipo di problematiche).
Se vuoi stratificare, quindi, su del compensato marino informati bene e fai delle prove, rischi di buttare soldi e tempo...

_________________
Fortitudine Vincimus (E. Shackleton)
Gli uomini passano, le idee restano e continuano a camminare sulle gambe di altri uomini. (G. Falcone)
Spesso ci si imbatte nel nostro destino lungo la strada intrapresa per evitarlo (K.F.P.)


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: consigli sulla lana divetro
MessaggioInviato: 25 mar 2015, 19:30 
Non connesso

Iscritto il: 6 feb 2015, 12:56
Messaggi: 71
Ciao Giovanni grazie per il consiglio,comunque posso assicurarti che nella cantieristica nautica si usa il poliestere e il matt , vengono usati per fermare le paratie il ragno che sorregge i paioli (telaio)di sentina e il ragno dei soffitti,il problema del poli e che scalda quando ci sono + mani e forse il problema + grosso e che inverdisce il legno e per questo sto valutando se usare la ipox dato che intendo usare come essenze il mogano e l' ayous (si scrive cosi boh)ho paura che il legno chiaro assuma una colorazione da schifo(l'ultima barca che ho costruito prima di andare in pensione era un 78 piedi)Ciao.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: consigli sulla lana divetro
MessaggioInviato: 26 mar 2015, 14:25 
Non connesso
amministratore
Avatar utente

Iscritto il: 10 apr 2008, 14:18
Messaggi: 2875
Località: Canada
Colore (finale non colore di catalizzazione) della poili dipende anche dalle formulazioni della resina stessa, tempo in cui e' rimasta li' ecc (catalizzatore vecchio puo' diventare violetto, rosso, blu... a seconda delle "pozioni magiche" e ti rimane come colore finale... ed ovviamente e' sempre il colore sbagliato per il risultato che si vuole ottenere).
Nel tuo caso se rimane verdastra (presumo che sia sempre la stessa roba che hai usato in passato quindi la conosci bene) tieni conto che il problema puo' essere evidente con alcuni legni e nullo con altri... laminazioni non troppo spesse lasciano meno della propria tinta di quelle spesse a cui potresti essere abituato lavorando su scafi di una certa dimensione... a meno che non vuoi un carroarmato invece che un kayak.
Puoi sempre colorare il legno o pigmentare la resina... col verde orientati verso un additivo rossiccio per un risultato dal giallo al marrone a seconda dei toni...
Fa un provino su un pezzo di legno per farti un idea cosi' vai sul sicuro.
Poi se Fabio si fa sentire e dire la sua ti da indicazioni anche piu' precise.

PS: sei abituato ad imbarcazioni da varo con la gru, occhio ai legni che usi col kayak perche' fanno una bella differenza per il peso finale, non apprezzi uno scafo leggero finche' non hai in mano uno di quelli veramente pesopiuma ma credimi quando ti dico che qui si guarda l'etto

_________________
Canoes don’t tip, people just fall out of them – Omer Stringer
Una volta conosciuto il volo, camminerete sulla terra guardando il cielo, perché la siete stati e la vorrete tornare - L. Da Vinci
Per mare e cielo non c'e' rifugio - Mio Nonno


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: consigli sulla lana divetro
MessaggioInviato: 27 mar 2015, 12:53 
Non connesso
Fondatore
Avatar utente

Iscritto il: 2 nov 2006, 11:58
Messaggi: 7124
Località: campoformido
si di poliest ce ne sono un infinità, quelle piu comuni macchiano i legni chiari perchè molto colorate specialmente se il legno ha zone con venature dolci e zone meno .
non escludo che ci sono poliuretaniche molto cristalline e trasparenti
il problema come ben sai gabri che poi la poliest. non ha grandi durate sotto l'effetto degli UV quindi devi colorarla altrimenti ingiallisce con segni d'invecchiamento precoce microfessurazioni etc
non escludo che ci sono poliest molto cristalline e trasparenti o anche vinilesteri che possono andare bene ugualmente

forse anche tui gabri nel cantiere dopo la laminazione coprivi con una gelcottata o un fondo da sentina o x interni ?

_________________
LUCIDI FABIO

i miei figli: easykayak-neweasykayak-aceroko-sklese-nuarji-protox-mrkrab-nesqyk-ladyak-puzzle-idro-idro2-marioyak-soffietto
http://WWW.EPOXYSHOP.IT


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: consigli sulla lana divetro
MessaggioInviato: 27 mar 2015, 14:25 
Non connesso
amministratore
Avatar utente

Iscritto il: 10 apr 2008, 14:18
Messaggi: 2875
Località: Canada
Per protezione UV si puo' dare sopra anche vernice colorata, non tinta coprente il risultato e' trasparente, tipo quelle fondo+vernice in una sola mano... sotto la linea d'acqua usa una colorazione coprente oppure il mix grafite+silice (resistentissimo) per facilita' di manutenzione dei graffi ecc... Ammazzi il verde e pure il discorso UV in un colpo solo

insomma di soluzioni ce ne sono...

se it vuoi togliere uno sfizio prendi un pezzetto di legno chiaro, se resinoso pulisci con alchohol, poi gli lamini un ritaglio di fibra qualsiasi (ti serve per il discorso spessore) e vedi il tono del verde... sul secondo provino dai un fondo con tono rossastro molto diluito, usa roba all'acqua tipo aquerelli o colori per cibo, roba semplice ed economica ma che puoi usare anche sullo scafo vero e proprio, diciamo che dovrebbe dare un tono rosa pallido, magari fai tre strisce di toni sempre piu' scuri per riferimento, e ci lamini sopra un altro scarto...
Sono provini grandi come una carta di credito, niente di impegnativo, ma cosi' vedi le variazioni e come ti nasconde il verde.
Giusto per esempio veloce puoi usare anche i pennarelli dei bambini per colorare il "fondo", ma e' solo per darti un idea dei vari colori, visto che non li userai sullo scafo e ci possono essere reazioni strane che cambiano completamente i toni... in questo caso un provino coi prodotti che userai per davvero lo dovresti fare comunque.

_________________
Canoes don’t tip, people just fall out of them – Omer Stringer
Una volta conosciuto il volo, camminerete sulla terra guardando il cielo, perché la siete stati e la vorrete tornare - L. Da Vinci
Per mare e cielo non c'e' rifugio - Mio Nonno


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 13 messaggi ] 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Vai a:  

Servizi Web LV3 - Web Design Davide Tommasin

Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBB.it