Canoa Kayak Turismo Friuli Venezia Giulia

KLI - Kayak in Legno Italia

La Prima Community Italiana dei Costruttori di Canoa e Kayak in Legno
Oggi è 17 gen 2018, 15:40

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Regole del forum


Questa sezione è rivolto per trattare solamente discussioni riguardanti il tema dello skin of frame.



Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 19 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Re: New Ranger/Il riscatto
MessaggioInviato: 23 nov 2017, 21:18 
Non connesso

Iscritto il: 10 ago 2010, 0:33
Messaggi: 245
Grazie Lupus per la precisa risposta. Vado avanti con le spiegazioni. Una modifica rispetto al metodo Yost è illustrata nel disegno allegato. La sesta 4 (Masik) per ora ha tutti gli intacchi (o incavature tonde) dove posizionare i tubi degli stringer. Come avete visto, sulle seste di legno avvito i lembi di Hdpe sagomati che saranno il vero sostegno. Sul Masik, i due buchi tondi in alto a destra e sinistra, quelli per i longheroni (gunwales) resteranno invece senza lembi aggiunti. Le incavature tonde di legno mi serviranno per posizionare esattamente il Masik in fase di costruzione del telaio, sui tubi del quale segnerò con precisione col pennarello la posizione della sesta. Dopo aver fatto questi segni, estrarrò il Masik e segherò via le incavature di legno previste per i gunwales. Nel legno avviterò due viti di acciaio, diciamo di calibro 5 mm, perpendicolari al Masik, una a dx e una a sinistra, poi segherò le teste delle due viti, ottenendo così due perni tondi. Poi praticherò un buco del diametro di 5,5 mm in ciascun gunwale, in corrispondenza dei segni di cui ho parlato prima. I lati del Masik dove sono avvitati i perni verranno rinforzati (ora sì!) con placche di Hdpe, su entrambe le facce del Masik (dunque 4 placche, nel disegno se ne vedono 2).
In fase di montaggio del kayak, il Masik si monta per ultimo, per tendere il telo nel senso della larghezza. Prima si infilano i perni, tenendo il Masik orizzontale, poi lo si ruota fino a far incastrare chines, deckridge (che viene fissato su un supporto avvitato sul retro del Masik, nella parte superiore) e chiglia. Sulla chiglia ci sono vari metodi di fissaggio, che illustrerò poi.
(P.s.: come vedete, io so usare soltanto carta e matita e non sono Leonardo... né Da Vinci, né Leonardokayak! :-) )


Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.


Top
 Profilo  
 

Sponsor

tatiyak epoxyshop ozone kayak
Creazioni Siti Web Udine Friuli
Se vuoi il tuo banner qui puoi contattarci: richiederci informazioni senza impegno :)

 Oggetto del messaggio: Re: New Ranger/Il riscatto
MessaggioInviato: 5 dic 2017, 19:13 
Non connesso

Iscritto il: 10 ago 2010, 0:33
Messaggi: 245
Seste finite, con tutti i supporti in Hdpe: sei di numero per ogni sesta, dunque 48 supporti. Ora ho smontato tutto. Adesso spelare, smussare, limare tutto. Poi vernicero' le seste lignee con un impregnante per legni nautici. Infine il rimontaggio. Intanto, una bella impregnata di olio di lino cotto per la pagaia groenlandese.


Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: New Ranger/Il riscatto
MessaggioInviato: 20 dic 2017, 11:25 
Non connesso

Iscritto il: 10 ago 2010, 0:33
Messaggi: 245
Grazie Administrators, ora sembra funzionare. In foto, le seste complete, trattate con lacca x imbarcazioni e con i "fazzoletti" (i supporti per i tubi, ricordate?) montati a ciascun vertice mediante bulloncini. Manca qualche ritocco. Alcune note:

-peso delle seste in legno: 1330 grammi circa; peso dei "fazzoletti" in Hdpe: 560 grammi circa; peso totale delle seste, compresi i bulloncini: 2 chili circa.

-ho adoperato compensato marino (credo che sia okumè, ma non ne sono sicuro) di 1,2 cm di spessore; però nel taglio ho abbastanza rovinato alcune seste, perché ho usato inizialmente una lama da seghetto alternativo con denti troppo larghi; dunque le seste 4 (Masik), 5 (quella dietro la schiena) e 6 le ho rifatte, con compensato da circa 1,5 cm, apparentemente più robusto; rinforzerò poi con dei supporti verticali amovibili le seste 5, 6 e 7, che sono quelle sulle quali si appoggia il sedere quando uno si infila in un kayak Greenland;

-ho imparato che quando si buca una tavola di compensato bisogna procedere prima con una punta sottilissima, poi girare la tavola, allargare il buco dall'altra parte, rigirarla e così via, altrimenti si fanno saltare pezzi di superficie.

Penso che queste siano state le seste più faticose da realizzare nell'intera storia di kayakinlegno.com :-) :-) :-) Come ricorderete, la mia motivazione era di riutilizzare un gran numero di scarti di Hdpe, materia costosa e di difficile reperimento. Fatica e tempo a parte, il costo finora si limita a quello di una tavola di compensato e a pochi euro per i bulloncini e i dadi.


Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: New Ranger/Il riscatto
MessaggioInviato: 21 dic 2017, 14:19 
Non connesso
sostenitore KLI
Avatar utente

Iscritto il: 25 mar 2010, 13:59
Messaggi: 1175
Località: Padova
Ora attendiamo di vedere tutti i pezzi e il montaggio finale.
Buon lavoro.

_________________
[color=#0000FF][size=85][i]pace in casa, pace nel mondo.


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 19 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Vai a:  
cron

Servizi Web LV3 - Web Design Davide Tommasin

Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBB.it