Canoa Kayak Turismo Friuli Venezia Giulia

KLI - Kayak in Legno Italia

La Prima Community Italiana dei Costruttori di Canoa e Kayak in Legno
Oggi è 13 dic 2017, 14:07

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Regole del forum


Questa sezione è rivolto per trattare solamente discussioni riguardanti il tema dello skin of frame.



Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 38 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Re: lista dei desideri: F1 ibrido
MessaggioInviato: 24 set 2013, 6:14 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 25 giu 2010, 14:32
Messaggi: 403
sì sì, per ibrido intendo sempre sof ma con tecnica costruttiva alla yost, con le "sezioni" / "ordinate" in compensato al posto delle costole piegate.

_________________
http://aquadulza.blogspot.it/


Top
 Profilo  
 

Sponsor

tatiyak epoxyshop ozone kayak
Creazioni Siti Web Udine Friuli
Se vuoi il tuo banner qui puoi contattarci: richiederci informazioni senza impegno :)

 Oggetto del messaggio: Re: lista dei desideri: F1 ibrido
MessaggioInviato: 24 set 2013, 9:47 
Non connesso
sostenitore KLI
Avatar utente

Iscritto il: 7 nov 2009, 8:12
Messaggi: 3151
In effetti io dopo il primo sof ibrido non sono poi tornato a questo tipo di costruzione : ne ho fatti tre tradizionali con costole piegate. Secondo me le lavorazioni sono più piacevoli nel tradizionale : non devi ritagliare le sezioni (lavoro molto lungo e delicato), non devi allestire uno scalo di costruzione etc.

_________________
A vida è arte do incontro (La vita è l'arte dell'incontro - Vinicius De Moraes)


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: lista dei desideri: F1 ibrido
MessaggioInviato: 24 set 2013, 14:11 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 25 giu 2010, 14:32
Messaggi: 403
certo, così ad occhio penso anche io che la costruzione tradizionale sia un lavoro più pulito e con il legname giusto anche la piegatura delle costole non dovrebbe essere un grosso problema.

la mia preoccupazione è non azzeccare le giuste "misure" per realizzare il kayak replicando l'f1 con il disegno di schulz.
ben diverso mi sembra non avere un progetto su carta e seguire le indicazioni "dettate" dalle misure del prorio corpo e aggiustare ad occhio (e i vostri sono ben più esperti dei miei) l'andamento di chiglia e correnti, la v della sezione e il rocker...

ora intendo procedere in questo modo, seguendo il consiglio di leo

leonardokayak ha scritto:
Con un pò di pazienza si potrebbero predisporre le sagome su cui poi curvare tutte le costole con precisione e ritengo si otterrebbe un eccellente risultato.


pertanto, sto ricavando le quote per ogni costola, immaginando di posarle a 15 cm circa di distanza. il disegno sarà solo un'indicazione di massima sulla curvatura delle costole, poi vorrei approntare un pannello simile a questo
Allegato:
costole.jpg

e fare qualche prova di piegatura.

un passo alla volta...


Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

_________________
http://aquadulza.blogspot.it/


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: lista dei desideri: F1 ibrido
MessaggioInviato: 24 set 2013, 14:22 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 25 giu 2010, 14:32
Messaggi: 403
dimenticavo, altra domanda.

quali vantaggi/svantaggi ha usare costole a sezione tonda, intendo un tondino di frassino o castagno, di 1 cm di diametro? è fattibile?

_________________
http://aquadulza.blogspot.it/


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: lista dei desideri: F1 ibrido
MessaggioInviato: 24 set 2013, 16:08 
Non connesso
amministratore
Avatar utente

Iscritto il: 10 apr 2008, 14:18
Messaggi: 2878
Località: Canada
and ha scritto:
certo, così ad occhio penso anche io che la costruzione tradizionale sia un lavoro più pulito e con il legname giusto anche la piegatura delle costole non dovrebbe essere un grosso problema.

una volta che ci prendi la mano anche il legname meno giusto non e' un problema... Per me il lavoro non e' solo piu' pulito ma anche veloce e spreca un bel po meno legno di quello che va in compensato ritagliando (per le costole uno puo' usare ritagli e spezzono senza problemi, anche legno verde ricavato da alberi tagliati giu' che spesso viene alla gratis e che puoi spaccare lungo la vena dando listelli ottimi per la piegatura)

Cita:
la mia preoccupazione è non azzeccare le giuste "misure" per realizzare il kayak replicando l'f1 con il disegno di schulz.
ben diverso mi sembra non avere un progetto su carta e seguire le indicazioni "dettate" dalle misure del prorio corpo e aggiustare ad occhio (e i vostri sono ben più esperti dei miei) l'andamento di chiglia e correnti, la v della sezione e il rocker...

Nah, ti stai solo facendo troppe pare, non pensare troppo e vedrai che problemi non ne avrai

Cita:
ora intendo procedere ...snip...approntare un pannello simile a questo

si, Brian usa spesso il romex come modello, un pannello come quello e' una buona idea se proprio vuoi metterti l'anima in pace, puoi farlo anche molto piu' compatto perche' non hai bisogno di tutto quello spazio tra le costole, blocchetti tenuti con viti sono ok se il compensato e' fino ma se hai un pelo di carne basta forare ed infilare delle spine, ti verra' utile anche per fare costole laminate a freddo se ti andasse, te lo puoi fare con un bancale recuperato, appiccicalo al muro e risparmi spazio oltre che la schiena :wink:
un'altro modo e' di approntare la chiglia e le chines con morsi su supporti (due legni fissati a croce e immorsettati ai traversi in centro) e piegare il listello sopra i correnti, fissi le prime costole con morsi cosi' ti fanno anche da supporto, sposti le croci un poco piu' in la' mentre aspetti che i prossimi listelli siano pronti nel vapore e cosi' via fino alla fine, se non hai abbastanza morsi puoi usare un cordino legato a croce fer fermare le costole che, ormai fredde, sono settate nelle curve.
insomma ci sono diversi metodi sicuri per chi inizia e molto veloci.

Cita:
quali vantaggi/svantaggi ha usare costole a sezione tonda, intendo un tondino di frassino o castagno, di 1 cm di diametro? è fattibile?

tutto e' fattibile, uno dei vantaggi e' il semplice foro per le mortase, il legno lo recuperi gratis se vuoi e piegare legno verde e' uno scherzo. Per gli svantaggi direi che, se prendi tondi tipo "spine", raramente la vena corre come si deve e si spaccano mentre pieghi (anche con la vena come si deve e' piu' difficile piegare un tondo che un listello piatto), se invece si parla di legno verde adesso non sarebbe la stagione migliore (meno flessibili)... boh non mi viene in mente niente altro al momento a riguardo pro e contro

_________________
Canoes don’t tip, people just fall out of them – Omer Stringer
Una volta conosciuto il volo, camminerete sulla terra guardando il cielo, perché la siete stati e la vorrete tornare - L. Da Vinci
Per mare e cielo non c'e' rifugio - Mio Nonno


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: lista dei desideri: F1 ibrido
MessaggioInviato: 26 set 2013, 21:27 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 25 giu 2010, 14:32
Messaggi: 403
ho ricavato le misure di chiglia, chine e longheroni in prossimità di ogni costola, ovverosia ogni 15 cm. producendo in cad il disegno che sulla carta dovrebbero avere le costole, userò questo riferimento come base per costruire un pannello atto a tenere sott'occhio la curvatura delle costole.

allego stamp delle prime tre, tutta l'immagine era incomprensibile. spero di essermi avvicianto alla realtà della piegatura.

Allegato:
costole3.jpeg


altre doande:
1) che spessore devono avere le costole in frassino?
2) che profondità devono avere le mortasse?


Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

_________________
http://aquadulza.blogspot.it/


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: lista dei desideri: F1 ibrido
MessaggioInviato: 26 set 2013, 21:44 
Non connesso
Direttivo KLI
Avatar utente

Iscritto il: 29 set 2009, 11:26
Messaggi: 7378
:wink: Bel lavoro.... :wink: Di solito le costole sono spesse 6 / 8 mm e larghe 25 mm.. Le mortase 2/3 cm :wink: Misure standard

_________________
STAFF KLI-Gianni Iandolo

Se costruisci più di 4 kayak come me , avrai una cassata in regalo

La scuola è d'obbligo il cervello è facoltativo!! I miei kayak https://www.youtube.com/user/gianniiand ... rid&view=0


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: lista dei desideri: F1 ibrido
MessaggioInviato: 26 set 2013, 22:59 
Non connesso
amministratore
Avatar utente

Iscritto il: 10 apr 2008, 14:18
Messaggi: 2878
Località: Canada
brian ti dice la misura delle costole da qualche parte nel sito, credo lui usi bamboo laminato, cmq stessa cosa, puoi usare la misura standard con le costole cosi' fitte, non fare mortise troppo profonde... fanc..ina sta autocorrezione del cellulare

_________________
Canoes don’t tip, people just fall out of them – Omer Stringer
Una volta conosciuto il volo, camminerete sulla terra guardando il cielo, perché la siete stati e la vorrete tornare - L. Da Vinci
Per mare e cielo non c'e' rifugio - Mio Nonno


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: lista dei desideri: F1 ibrido
MessaggioInviato: 28 set 2013, 8:36 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 25 giu 2010, 14:32
Messaggi: 403
@tri: grazie per le misure standard

@aco: sì le costole di schulz sono in bambu, ho trovato la misura della larghezza che dice di essere di 1 pollice, da portare a 1 e 1/4 se realizzate in altra essenza, ma non ho trovato l'indicazione circa il loro spessore, nessun problema uso quelle fornite da tinakria.

in alternatica al frassino, quali essenze si possono usare?
il faggio è buono?
renzo beltrame, nel suo sito accenna anche all'abete...

_________________
http://aquadulza.blogspot.it/


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: lista dei desideri: F1 ibrido
MessaggioInviato: 28 set 2013, 10:33 
Non connesso
Direttivo KLI
Avatar utente

Iscritto il: 29 set 2009, 11:26
Messaggi: 7378
:wink: Ti parlo sinceramente...Fino a domenica scorsa se ne parleva con il buon Leonardo al mare. :wink: Il legno più usato in assoluto è il frassino, ma molti hanno costruito con castagno rovere ciliegio quercia faggio e tanti altri legni duri. Adesso ti dico la mia :mrgreen: Secondo me, e lo penso da tempo , per le costole si potrebbero usare tutti i tipi di legno ,si hanno prove di persone che le hanno fatte laminate con il compensato marino, o hanno usato il pino di svezia, e l'abete...Io per il prossimo skin userò l'abete ..purchè abbia una bella venatura...semidritta almeno.. :wink:

_________________
STAFF KLI-Gianni Iandolo

Se costruisci più di 4 kayak come me , avrai una cassata in regalo

La scuola è d'obbligo il cervello è facoltativo!! I miei kayak https://www.youtube.com/user/gianniiand ... rid&view=0


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: lista dei desideri: F1 ibrido
MessaggioInviato: 28 set 2013, 11:26 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 25 giu 2010, 14:32
Messaggi: 403
interessante, ho letto che i legno migliori da piegare sono quelli che contengono molta lignina, sostanza, da quanto ho letto, "termoplastica" che "cede" facilmente intorno ai 100/120 gradi consentendo in questo modo di piegare il listello.
il problema per noi penso anche che riguardi la durata più o meno lunga alla marcescenza duvuto all'ambiente umido.

_________________
http://aquadulza.blogspot.it/


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: lista dei desideri: F1 ibrido
MessaggioInviato: 28 set 2013, 11:38 
Non connesso
Direttivo KLI
Avatar utente

Iscritto il: 29 set 2009, 11:26
Messaggi: 7378
:wink: Si hai letto bene ......infatti io non uso più la camera vapore ma bollisco direttamente solo la parte interessata. Dopo 5 minuti di bollitura cede la lignina, e pieghi ...lasciando ovviamente in maschera il pezzo...Altro consiglio ,fai le costole 10 cm circa più lunghe di quello che ti serve per le due estremità così, quando le metterai in forma le terrai fuori dai longheroni tramite morsetti ...una volta asciutte le taglierai alla lunghezza prescelta e tutto sarà più semplice :wink: Per quanto riguarda le essenze ...ciò che dici è giusto, ma ricorda anche che tutto verrà impregnato abbondantemente ad olio.. :wink:

_________________
STAFF KLI-Gianni Iandolo

Se costruisci più di 4 kayak come me , avrai una cassata in regalo

La scuola è d'obbligo il cervello è facoltativo!! I miei kayak https://www.youtube.com/user/gianniiand ... rid&view=0


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: lista dei desideri: F1 ibrido
MessaggioInviato: 28 set 2013, 19:37 
Non connesso
amministratore
Avatar utente

Iscritto il: 10 apr 2008, 14:18
Messaggi: 2878
Località: Canada
si la durezza e' relativa, qui tanti usano il cedro adattando le dimensioni per la minore resistenza, quanto al problema di marcire se fai attenzione a non lasciare acqua ed umido dentro durano per bene, in teoria la copertura dovrebbe mollare in tempo per permettere anche la sostituzione delle costole che sono da buttare. usa quello che trovi oliando come si deve, un legno di abete con la vena ottima di sicuro vale piu' del frassino piegato a bestemmie, con crepe e la vena che esce nello spazio di una spanna.
C'e' chi mischia un poco di preservativo all'olio... vedi tu... non e' una necessita'.
Tri, bollire funziona ma e' molto piu' violento, l'acqua tende anche a tirare fuori roba dal legno rendendolo piu' delicate... ovvio che quando si parla di roba stagionata in forno il degrado e' quasi nullo visto che il danno lo hanno gia' fatto in stagionatura.

_________________
Canoes don’t tip, people just fall out of them – Omer Stringer
Una volta conosciuto il volo, camminerete sulla terra guardando il cielo, perché la siete stati e la vorrete tornare - L. Da Vinci
Per mare e cielo non c'e' rifugio - Mio Nonno


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: lista dei desideri: F1 ibrido
MessaggioInviato: 3 ott 2013, 20:56 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 25 giu 2010, 14:32
Messaggi: 403
inizia a prendermi l'idea della costruzione con costole piegate, pertanto mi sono riletto i post di skiuma
cfr http://www.kayakinlegno.com/forum/viewtopic.php?f=53&t=2357&start=45 e la sua esperienza con la piegatura dell'ulivo, quelli più recenti di eolico67 cfr http://www.kayakinlegno.com/forum/viewtopic.php?f=53&t=3869 e qui http://www.kayakinlegno.com/forum/viewtopic.php?f=56&t=3790&p=63639&hilit=salix#p63639 con il salix viminalis.

e molto interessante è questa sezione del sito di brinck http://wolfgangbrinck.com/boats/boatbuilding/ribs/greenribs.html

@skiuma: a distanza di tre anni come si comportano le costole in ulivo?

ora, da qualche giorno a questa parte giro con un paio di cesoie in tasca e sfrondo rami da diversi tipi di piante che circondano la collina dove abito. la stagione non è sicuramente la migliore, ma già così mi sto facendo un'idea rispetto alla piegatura di legno verde.

intanto ho recuperato un listello di un pavimento in bamboo, non di quello flotting che ha solo un sottile strato di bamboo, ma quello da incollare che è un laminato tutto in bamboo, nei prossimi giorni lo affetto e provo a piegarlo usando il vapore o l'acqua bollente. da quello che ho capito lo stesso schulz per la costruzione del suo f1 usa bamboo già laminato tipo quello dei parquet e non lamina le costole, ho letto di altri che usano lo stesso materiale dei pavimenti con buoni risultati.

@aco: ne sai qualcosa?

_________________
http://aquadulza.blogspot.it/


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: lista dei desideri: F1 ibrido
MessaggioInviato: 4 ott 2013, 4:23 
Non connesso
amministratore
Avatar utente

Iscritto il: 10 apr 2008, 14:18
Messaggi: 2878
Località: Canada
yup, ho messo il bamboo per il pavimento del seminterrato, avanzato 4 scatole e lo ho usato un poco dappertutto, unica pecca e' il peso e se ti becchi una scheggia nelle mani e' peggio di un ago da siringa, piegatura non deve essere fatta nemmeno a vapore, si puo' fare a caldo con la pistola o con la fiamma esattamente come quando si piega il bamboo da intero (se laminato la cola puo' tenere oppure no, dipende)... se leggi i miei posts antidiluviani ti accorgerai che sono un poco un fanatico del materiale, il mio unico problema e' che qui da noi e' difficile trovarlo (o se si trova costa un occhio) in altri formati oltre a quello per i pavimenti altrimenti avrei gia' sostituito la fibra di vetro con stuoia in bamboo (che funziona... ci hanno fatto tavole da surf in quel modo).
dimenticavo: prima di infilare li rami nelle mortase ricordati di sigillare le teste, aspettati che col tempo abbiano un poco di movimento visto che il ramo cala, la spinetta non sei costretto a metterla al centro del ramo, basta che fori di fianco, le spine le metti dopo che hai oliato il tutto, quindi quelle non saranno coperte, con l'umidita' tenderanno a gonfiarsi fermando il lasco (che cmq non e' un gran problema se c'e').
Se vuoi provare a spaccare dei rami grossi in tavolette tieni d'occhio chi sta facendo le potature...


Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

_________________
Canoes don’t tip, people just fall out of them – Omer Stringer
Una volta conosciuto il volo, camminerete sulla terra guardando il cielo, perché la siete stati e la vorrete tornare - L. Da Vinci
Per mare e cielo non c'e' rifugio - Mio Nonno


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 38 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Vai a:  

Servizi Web LV3 - Web Design Davide Tommasin

Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBB.it