Canoa Kayak Turismo Friuli Venezia Giulia

KLI - Kayak in Legno Italia

La Prima Community Italiana dei Costruttori di Canoa e Kayak in Legno
Oggi è 15 ott 2019, 13:24

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Regole del forum


Questa sezione è rivolto per trattare solamente discussioni riguardanti il tema dello skin of frame.



Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 109 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Re: New Ranger/Il riscatto
MessaggioInviato: 16 mar 2019, 14:47 
Non connesso

Iscritto il: 10 ago 2010, 0:33
Messaggi: 335
Non ve l'ho detto, ma sono andato avanti. realizzato e applicato telo scafo. Fatti i tagli di prua e di poppa. Incollata striscia in questi due tratti. Realizzati e posizionati i teli di copertura ponte, anteriore (2 pezzi), posteriore (1 pezzo) e area coaming.


Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.


Top
 Profilo  
 

Sponsor

tatiyak epoxyshop ozone kayak
Creazioni Siti Web Udine Friuli
Se vuoi il tuo banner qui puoi contattarci: richiederci informazioni senza impegno :)

 Oggetto del messaggio: Re: New Ranger/Il riscatto
MessaggioInviato: 16 mar 2019, 15:02 
Non connesso

Iscritto il: 10 ago 2010, 0:33
Messaggi: 335
Ho messo in tensione il telo dello scafo dopo aver tagliato la sagoma (come prescrive Yost) e dopo aver realizzato due lunghe serie di buchi con il punzonatore da calzolaio. Poi dopo aver posizionato il telo dello scafo sul kayak rovesciato ho realizzato la legatura. Ho usato uno spago scadente, avrei fatto meglio a usare la cordicella bianca che si usa per le tende da finestra, flessibile e resistentissima. Poi ho ridotto (tagliato) il telo subito dopo i due punti di curvatura della chiglia, rispettivamente a prua e a poppa. Ho incollato i lembi triangolari che si creano in queste due aree usando strisce di tessuto in pvc larghe cm 3,60 (ca. 1 pollice e mezzo) e lunghe circa 60 cm l'una. E' uno dei metodi indicati da Yost per realizzare le estremità, io ho sempre usato questo.
Il corretto tensionamento mi ha fatto faticare. Non sono tanto contento del risultato. Ci sono molte grinze, in particolare al di sotto della ruota di prua e di poppa e ai due lati del masik (sesta n. 4). Ho disfatto e rifatto le legature più volte, alla fine ho migliorato un po' il risultato, non certo perfetto.
Ho capito che: 1) bisogna lavorare con una temperatura piuttosto alta, o in un ambiente riscaldato, per chi ce l'ha, oppure con il sole, se si lavora all'aperto (attenzione, questo vale per la LEGATURA, non per l'incollaggio, che non deve essere fatto con il sole sparato sul kayak, perché il calore riattiva la colla); infatti, il tessuto di pvc col freddo diventa meno pieghevole e si stende male. Il tessuto di pvc comunque NON è estensibile a nessuna temperatura: è il motivo per cui un folding fatto con questo materiale avrà sempre un po' di grinze. Comunque meglio lavorare al caldo (tranne l'incollaggio);
2) il cordino va ben teso, non solo verso il basso, per stendere il tessuto, ma anche IN AVANTI, in direzione prua quando si lega da metà kayak verso prua e in direzione poppa quando si lega da metà kayak verso poppa. Per questo è meglio usare un cordino resistente ma scorrevole, non lo spago peloso che ho usato io.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: New Ranger/Il riscatto
MessaggioInviato: 16 mar 2019, 15:10 
Non connesso

Iscritto il: 10 ago 2010, 0:33
Messaggi: 335
Beh, poi le due buone notizie: 1) le mie fascette "ingegnerizzate" (vedi post precedenti), fatte con fascette da elettricista APRIBILI allungate con strisce di tessuto in pvc, funzionano alla grande. Sono sì laboriose da realizzare e poi da montare, ma sotto la pelle del kayak non interferiscono e non si sentono. Non fanno spessore (la striscia di pvc è spessa 0,5 mm); se avessi usato fascette da elettricista tradizionali (spessore 1,5 mm) il kayak sarebbe pieno di bozzi;
2) credo di aver imparato a incollare; come già descritto (e come tornerò a descrivere), si deve incollare A FREDDO. I due lembi da incollare vanno spalmati di colla; poi si deve aspettare circa un quarto d'ora-20 minuti che la colla si asciughi; poi si sovrappongono cautamente i lembi; si fa pressione; E SOLTANTO DOPO SI PASSA CON IL PHON O CON LA PISTOLA DI CALORE, facendo pressione.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: New Ranger/Il riscatto
MessaggioInviato: 4 apr 2019, 11:01 
Non connesso

Iscritto il: 10 ago 2010, 0:33
Messaggi: 335
Copertura. Troppo presto ho cantato vittoria sull'incollaggio. Proprio all'inizio, al momento di incollare la coperta al vertice di polpa, ho commesso l'errore di incollare contemporaneamente entrambi i gunwales. Invece prima bisogna incollare il telo su un lato (diciamo x 30 cm), fissarlo con il calore, E POI operare sul lato opposto per 30 cm. Mai incollare nello stesso minuto sui due gunwales, saltando ogni secondo da un lato all'altro del kayak. Ho rimediato parzialmente la situazione con tagli e pences, poi coperti da strisce di telo. Nell'insieme, risultato non sempre al di sopra della soglia della decenza.


Ultima modifica di alexdilellis il 4 apr 2019, 12:30, modificato 2 volte in totale.

Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: New Ranger/Il riscatto
MessaggioInviato: 4 apr 2019, 11:09 
Non connesso

Iscritto il: 10 ago 2010, 0:33
Messaggi: 335
Ecco quello che dicevo.


Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: New Ranger/Il riscatto
MessaggioInviato: 4 apr 2019, 11:11 
Non connesso

Iscritto il: 10 ago 2010, 0:33
Messaggi: 335
Ancora grinze sul masik. Queste le copro


Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: New Ranger/Il riscatto
MessaggioInviato: 4 apr 2019, 11:21 
Non connesso

Iscritto il: 10 ago 2010, 0:33
Messaggi: 335
Parliamo di coming. Ho deciso di seguire un metodo mio. Fascia di tessuto PVC alta cm 8,5 e lunga cm 160 (lo sviluppo lineare del coming). Uno dei 2 lati lunghi viene avvolto e cucito attorno a un cordino da 0,5 cm di diametro. Insomma un salsicciotto. Che verrà infilato in un tubo di alluminio curvato e nel quale avrò aperto una feritoia di scorrimento. Il tubo di alluminio sarà il bordo del pozzetto. L'altro lato lungo della fascia (quello senza cordino) verrà sfrangiato con tagli ogni 3 cm e poi incollato sottocoperta. Nella cucitura mi è stata molto utile una lesina da calzolaio americana, comprata via web. Ho provato a usare al posto dell'alluminio
Un tubo da 20 mm di plastica per irrigazione, ammorbidito alla fiamma per piegarlo, ma non è venuto bene.


Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: New Ranger/Il riscatto
MessaggioInviato: 4 apr 2019, 11:26 
Non connesso

Iscritto il: 10 ago 2010, 0:33
Messaggi: 335
Questo è il concetto. Il tubo che vedete è quello in plastica, che verrà sostituito con l'alluminio


Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: New Ranger/Il riscatto
MessaggioInviato: 4 apr 2019, 11:26 
Non connesso

Iscritto il: 10 ago 2010, 0:33
Messaggi: 335
COAMING, non coming


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: New Ranger/Il riscatto
MessaggioInviato: 4 apr 2019, 14:57 
Non connesso

Iscritto il: 10 ago 2010, 0:33
Messaggi: 335
Ecco il coaming in tubo di alluminio, diviso in due parti. Devo dire che l'inserimento della banda di tessuto munita di cordino dentro la scanalatura, per tutta la lunghezza, è difficoltoso, a causa delle curve strette che ho creato in un paio di punti. Avrei dovuto piegare il tubo in maniera continua, con pazienza, in modo da ottenere una parabola senza angoli. E forse sarebbe stato meglio usare un tubo da 18 mm di diametro totale (1 mm di spessore parete) o addirittura con diametro 20 anziché il 16 mm che ho impiegato.
Comunque infilare la banda è lento, ma non impossibile. Una volta montato il tutto, è bene non sfilare di nuovo i 2 bracci, per non rovinare a lungo andare il tessuto di pvc. Del resto, anche il "free standing coaming" di Yost può essere diviso in due, ma non sfilato (quello è incollato). Io ho scelto questo sistema per risparmiare un bel po' di colla. E poi perché voglio cominciare a usare cuciture anziché incollaggi.


Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: New Ranger/Il riscatto
MessaggioInviato: 9 apr 2019, 17:46 
Non connesso

Iscritto il: 10 ago 2010, 0:33
Messaggi: 335
messaggio inserito per sbaglio, non so come si cancella


Ultima modifica di alexdilellis il 10 apr 2019, 16:15, modificato 1 volta in totale.

Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: New Ranger/Il riscatto
MessaggioInviato: 9 apr 2019, 17:47 
Non connesso

Iscritto il: 10 ago 2010, 0:33
Messaggi: 335
Oggi giorno importante. Dopo aver completato l'incollaggio del coaming, ho fatto una prova di smontaggio e sfilamento del telaio. È stato faticoso, anche perché ho lavorato da solo: circa 3/4 d'ora. Le buone notizie: il sistema di chiglia collassabile funziona; funzionano, con qualche fatica, i chiavistelli scorrevoli di chines e gunwAles; il difficile è sfilare i 2 mezzi telai dalla pelle. Prima di farlo, occorre sfilare la sesta 4 (masik) e 5 (schiena). Comunque metà del mio progetto è riuscito. Ora dovrò affrontare la parte più difficile: il rimontaggio del telaio. Nei vecchi kayak ai quali mi ispiro questo era facilitato dal tipo di tessuto, parzialmente elastico; ma il PVC non lo è. Mi sa che mi toccherà applicare chiusure lampo parziali.


Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.


Ultima modifica di alexdilellis il 10 apr 2019, 12:36, modificato 1 volta in totale.

Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: New Ranger/Il riscatto
MessaggioInviato: 9 apr 2019, 17:57 
Non connesso

Iscritto il: 10 ago 2010, 0:33
Messaggi: 335
Ho perso tempo a togliere tutti i pezzi di cordino di tensione. Con fatica sono riuscito a comprimere la pelle e a infilare il braccio fino quasi a vertici di prua e poppa. Estratto il telaio, ho infilato i 2 pezzi del coaming di alluminio. Con un buon ingrassaggio di gel di vaselina sul bordo che ho cucito intorno a un cordino, sono riuscito a piazzare le 2 metà e a fissarle con i due bussolotti di alluminio (diam..20 mm) che avevo in precedenza preparato. Con qualche fatica, questo coaming é infilabile e sfilabile.


Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: New Ranger/Il riscatto
MessaggioInviato: 13 apr 2019, 14:24 
Non connesso

Iscritto il: 10 ago 2010, 0:33
Messaggi: 335
Vittoria! Scusate l'esultanza, per un kayak di certo assai meno perfetto di quelli che vedo realizzati da tanti di voi, ma oggi è stata una giornata capitale: sono riuscito a rimontare il kayak, da solo, senza aiutanti. Ci sono ancora tante migliorie da fare e difetti da correggere, ma oggi ho dimostrato che il sistema funziona:
-è possibile costruire un kayak folding, utilizzando tubi di alluminio, seste in legno e telo in pvc;
-è possibile costruire un kayak smontabile e rimontabile, senza cerniere lampo, utilizzando come solo passaggio l'apertura del pozzetto.
Per prima cosa ho lavorato al sole, per scaldare la tela e renderla più morbida. Poi, passaggio decisivo, ho spalmato per bene di grasso di vaselina i tubi, nelle parti in cui entrano in contatto con la tela, all'interno del kayak; ho esagerato anche un po' con il lubrificante.
Poi ho infilato la metà di prua del telaio: miracolo! E' scivolata giù che è un piacere. Sfilarla a secco, in fase di primo smontaggio, mi era costata invece non poca fatica. Ho quindi infilato la metà di poppa.

Seguono foto


Ultima modifica di alexdilellis il 13 apr 2019, 22:12, modificato 1 volta in totale.

Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: New Ranger/Il riscatto
MessaggioInviato: 13 apr 2019, 14:37 
Non connesso

Iscritto il: 10 ago 2010, 0:33
Messaggi: 335
Nelle foto, vedete le due metà del telaio infilate dentro la pelle del kayak; in una, si vede la chiglia a pressione (Presskiel) pronta per essere spinta verso il basso.


Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 109 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google [Bot] e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Vai a:  
cron

Servizi Web LV3 - Web Design Davide Tommasin

Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBB.it