Canoa Kayak Turismo Friuli Venezia Giulia

KLI - Kayak in Legno Italia

La Prima Community Italiana dei Costruttori di Canoa e Kayak in Legno
Oggi è 21 set 2018, 23:12

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 36 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Progetto coastal rowing ...
MessaggioInviato: 3 giu 2012, 1:34 
Non connesso

Iscritto il: 31 ott 2011, 10:17
Messaggi: 39
Ciao a tutti...
è passato parecchio tempo dalla mia presentazione, però le intenzioni sono ancora ferme :)

sto provando a smanettare con DELFTship (versione free) nel tentativo di capire come usarlo; partendo dalla scafo che propone il programma, ho apportato qualche modifica (non molte, ho solo modificato la poppa) ma prima di proseguire, se potete aiutarmi, vorrei togliermi alcuni dubbi:
allego il file per chi ha voglia di aprirlo...
comunque, lo scafo ha lunghezza FT di 4.9 m e larghezza 0.9 m circa; l'ho disegnato con un pescaggio di 0.12 m a cui corrispondono circa 170 kg di dislocamento: con queste condizioni mi salta fuori un altezza metacentrica di circa 0.53 m; vorrei fare uno scafo autovuotante quindi fare un pagliolato a circa 0.15 m (quota 0 è il punto più basso delle scafo, non so altri software che riferimenti usano), quindi il metacentro rispetto al pagliolato rimarrebba a circa 0.38 m .... prima domanda: considerato che sono 1.80 m per 95 kg, quanto impiego a finire in acqua? :mrgreen:

seconda doamnda: Delftship mi sembra un bel software, però la versione free mi sembra un po macchinosa nel modificare i punti di controllo della superficie dello scafo ... vale la pena valutare l'investimento di 150 € per la pro? qualcuno cel'ha?

Grazie


Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.


Top
 Profilo  
 

Sponsor

tatiyak epoxyshop ozone kayak
Creazioni Siti Web Udine Friuli
Se vuoi il tuo banner qui puoi contattarci: richiederci informazioni senza impegno :)

 Oggetto del messaggio: Re: Progetto coastal rowing ...
MessaggioInviato: 3 giu 2012, 14:51 
Non connesso
amministratore
Avatar utente

Iscritto il: 10 apr 2008, 14:18
Messaggi: 2893
Località: Canada
si nel forum c'e' chi ha la versione pro, ma a meno che non disegni tutto il tempo le altre versioni vanno benissimo, delle volte le funzionalita' desiderate sono attive in versioni ormai antiche tipo freeship.

Il processo di modifica dello scafo attraverso il riposizionamento dei punti di controllo puo' essere un po' una rottura ma devi tenere conto che il programma usa come base una vela quindi ha una certa stazza e quindi un certo numero di punti, per una barca attorno ai 5 m usare tutti i punti che hai usato ti mette in condizione di modifcare creando bozzi e valli, non so se nell'ultima versione gratis le funzione "fair" sia attivata, tutta la nuova interfaccia non mi piace e non la ho usata quasi per niente, la mia impressione e' che piu' si va avanti meno funzioni critiche siano attive nella versione gratis forzando la gente a comprare la versione pro...
Normalmente io cerco di usare meno punti possibili, (4/5 longitudinali, 3/4 verticali) imposto lo scafo piu' vicino possibile a quello che voglio e poi eventualmente suddivido dove necessario. Meno punti assicurano linee filanti, con meno possibilita' di rovinare la curva muovendoli e tutta l'impostazione dello scafo e' veloce perche' non ho un casino di punti da muovere in giro, la suddivisione poi e' automatica quindi non mi cambia la curva quando applicata e i punti aggiuntivi da muovere per affinare il tutto sono molto pochi. Cerca di usare le controlcurves, non la rappresentazione dello scafo, per tracciare le linee e usa il plottaggio della curvatura che ti dice se ci sono punti da rivedere (con la funzione pro usi fair e via).
Quanto al metacentro.... e' piu utile come riferimento per confronto con altri scafi che come misura assoluta, come e' disegnato per ora lo scafo non e' un mostro di stabilita' ma lo si vede dalla forma non dal metacentro. Quanto a te in particolare dipende dal tipo di corporatura, se proprio vuoi calcoli al decimo costruisci te e pagliolo come ponte e soprastruttura e il software ti dira' come e cosa.... poi dipende dal tipo di scafo a cui sei abituato ecc

Come distribuzione dei volumi visto che e' una rowboat cerca di avere un cosinusoide per rappresentazione finale.

ok \, dai tuoi altri posts vedo che vuoi un annapolis wherry ma in strip.... linee classiche vengono fantastiche in lapstrake (pannelli sovrapposti) e per quel tipo di costruzione si resina solo il fondo, tienine conto, anche in strip cmq vengono bene. Dai anche un occhiata a K.Bassett's Firefly e S. Redmond's Whisp...
hai pensato a qualcosa tipo faering, an Adirondack Guideboat, a double ended dory (facilissimo da mettere assieme), Appledore Pod?

Il mio consiglio e' di cercare le linee di un wherry (thames wherry o anche meglio un thames skiff) e copiarle in delftship (come tipologia il wherry non ha copyright) e poi modificare, il "ricalco" delle linee e' piu' semplice quando sei all'inizio che mettere giu' le linee ad occhio
piani per lo skiff per esempio ce ne sono qui
http://www.ttbs.org/index.php?option=co ... &Itemid=46

Se poi l'idea non e' di costrurire da disegno tuo, ci sono in giro piani gratis
A pagamento ce ne e' un mucchio... l'annapolis wherry ha praticamente le linee di "Liz" di K.Bassett
http://www.woodenboat.com/boat-plans-ki ... g-boat-liz
se sei all'inizio forse un Firefly e' meglio (stesso progettista) cerca tra i piani di woodenboat per la descrizione...

ed ovviamente poi ci sono le whitehalls e un mucchio di dinghy (l'acorn 15 ha linee bellissime), dory... ecc
altri links (incude remi)
http://www.tacking-outrigger.com/links.html
Il tutto ti da idee e ti abitua un po l'occhio

_________________
Canoes don’t tip, people just fall out of them – Omer Stringer
Una volta conosciuto il volo, camminerete sulla terra guardando il cielo, perché la siete stati e la vorrete tornare - L. Da Vinci
Per mare e cielo non c'e' rifugio - Mio Nonno


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Progetto coastal rowing ...
MessaggioInviato: 3 giu 2012, 16:14 
Non connesso
sostenitore KLI
Avatar utente

Iscritto il: 24 ott 2010, 13:26
Messaggi: 2094
Siccome è un argomento che anche a me interessava parecchio avevo trovato questo ma senza approfondirlo.Vedi se è interessante.è praticamente un coastal rowing 2posti
http://www.m-g-m.fr/

_________________
You can't stop the waves, but you can learn to surf...


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Progetto coastal rowing ...
MessaggioInviato: 3 giu 2012, 16:15 
Non connesso
amministratore
Avatar utente

Iscritto il: 10 apr 2008, 14:18
Messaggi: 2893
Località: Canada
e se cerchi in google non cercare solo rowing boat, cerca sculling e cerca pulling boat.

_________________
Canoes don’t tip, people just fall out of them – Omer Stringer
Una volta conosciuto il volo, camminerete sulla terra guardando il cielo, perché la siete stati e la vorrete tornare - L. Da Vinci
Per mare e cielo non c'e' rifugio - Mio Nonno


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Progetto coastal rowing ...
MessaggioInviato: 16 giu 2012, 0:37 
Non connesso

Iscritto il: 31 ott 2011, 10:17
Messaggi: 39
grazie per le risposte... scusate il ritardo ma il lavoro mi stressa :) .... Aco grazie per la risposta ... chapeau ... l'ho letta svariate volte cercando di metaboizzarla con l'auito di google :)

continuo a smanettare con delftship e usare pochi punti di controllo è decisamente meglio; devo ancora provare a "ricalcare" un profilo ma prima vorrei chiarirmi le idee...
ho visto i link che hai indicato... su questo http://www.ttbs.org/pdfs/Skiff_1_of_2.pdf vorrei chiederti cosa ne pensi in fatto di stabilità, a mio modesto parere non mi sembra il massimo, lo scafo mi sembra abbastanza arrotondato, o sbaglio? per capirci.. questo è il mio concetto di stabilità :http://whitehallsolo.com/wp-content/plugins/nivo-slider/timthumb.php?src=/assets/SOLO%20SPEC%20WIDE.jpg&h=400&w=1024&zc=1&q=100 :) e, se ho capito bene, credo ci voglia una sezione con profilo abbastanza "schiacciato" tipo l'arco ribassato delle canoe canadesi... :?:

poi c'è questo ....

Aco ha scritto:
Come distribuzione dei volumi visto che e' una rowboat cerca di avere un cosinusoide per rappresentazione finale.


come vedo la distribuzione dei volumi? e quanto deve essere cosinuoidale... nel senso c'è prorpio una funzione tipo a*cos(x) dove x=0 è il centronave o cose del genere?
questo punto no mi è molto chiaro però ho cercato di usare l'intuizione (a volte funziona) e per spiegarmi ricorro all'immagine qua sotto
in sostanza è la vista laterale dello scafo che avevo postato al primo messeggio con sovrapposta la funzione cos(x)

Allegato:
cosinuoidale.JPG


la curva marroncina originale di delftship deve tendere alla curva ciano che rappresenta una curva cosinusoidale? ho intuito in modo coretto o sono tutte farneticazioni? tutte queste mie considerazioni si basano su un dato fondamentale: non so cosa è la curva marroncina :oops: e, come fanno gli studenti a scuola qunado non sanno la lezione, ho fatto esercizio di fantasia :mrgreen:

avrei altri dubbi (tipo sul lapstrake che mi piace parecchio) ma non vorrei esagerare :wink:


Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Progetto coastal rowing ...
MessaggioInviato: 16 giu 2012, 0:40 
Non connesso

Iscritto il: 31 ott 2011, 10:17
Messaggi: 39
Grazie federico per il link, però mi sa che sono alla ricerca di qualcosa di meno sportivo e più da passeggio...

in breve l'obiettivo che vorrei raggiungere è questo:
-barca stabile (vedi link sopra)
-autovuotante ma con specchio di poppa
-da usare anche in mare (diciamo fino a... vado a naso .... poco mosso o mosso )
-sotto i 5 metri e non troppo pesante (vorrei caricarla sul portapacchi)
-magari da usare anche in due (richiesto dalla moglie :) ma mi riservo di indagare ancora :mrgreen: )

probabilemte la questione del portapacchi limita un po il campo d'azione... oltretutto ho una opel meriva... quindi non molto lunga come macchina


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Progetto coastal rowing ...
MessaggioInviato: 16 giu 2012, 12:39 
Non connesso
amministratore
Avatar utente

Iscritto il: 10 apr 2008, 14:18
Messaggi: 2893
Località: Canada
si la curva e' quella, ti indica i volumi immersi dello scafo, ovviamente finira' a zero dove inizia e finisce la linea d'acqua che non necessariamente coincide con gli estremi dello scafo.
Una cosinusoide tende ad avere estremi piu' pieni di curve che mostrano i pizzichi, in questo caso hai uno specchio di poppa quindi troverai un inevitabile pizzico li dovuto alla chiglia che corre in acqua fino alla fine mentre il resto si alza a "calice", Tieni quel pozzico a poppa piu' dolce possibile. La posizione della larghezza massima dipende dal tipo di scafo che fai (simmetrico o swedeform o fishform) queste sono cose un po personali perche' ci sono argomenti a favore di ognuna, alle velocita' di una rowboat io tendo verso il simmetrico o fishform.
Non ci sono funzioni matematiche per distribuire i volumi in modo oggettivamente perfetto, il disegno nautico e' frutto di troppi compromessi, o magari le funzioni ci sono ma non le abbiamo ancora scoperte...
Il thames skiff come stabilita' non e' malaccio, se vedi le sezioni delle whitehalls sono molti simili, e' un arco molto schiacciato, questo porta ad una stabilita' secondaria piuttosto pronunciata, tieni conto cmq che al tempo la gente era piu' abituata alle barche che noi adesso. La whitehall nella foto poi ha anche tutto quello scatolato interno che mantiene il galleggiamento (se vedi il bordo e' sott'acqua, la situazione non sarebbe la stessa se fosse un semplice guscio), delftship cmq puo' mostrarti grafici di stabilita' (da usare solo come confronto tra scafi che disegni non come assoluto) per la whitehall puoi vedere qualcosina qui: http://www.newfound.com/whitehall.htm
Autosvuotante... motivo?
Devi decidere se disegni per due vogatori o per uno, la distribuzione dei pesi e' diversa e anche il posto di voga (per voga in condizioni ottimali, ovvio che una roba cosi' due persone le porta senza problemi comunque sia).
la whitehall cmq e' piuttosto grandina, ne ho viste sul portapacchi ma non so come vada per le lunghezze, qui non c'e' un vero limite, in Italia si.
robe un po piu' "snelle" sarebbero piu' leggere e ti trovi con l'annapolis wherry, firefly, whisp, o anche l'appledore pod.
puoi inoltre partire da una canoa (tipo adirondack guideboat) e rielaborare le sezioni a poppa in maniera di avere uno specchio come vuoi tu.
Che altri dubbi hai?

_________________
Canoes don’t tip, people just fall out of them – Omer Stringer
Una volta conosciuto il volo, camminerete sulla terra guardando il cielo, perché la siete stati e la vorrete tornare - L. Da Vinci
Per mare e cielo non c'e' rifugio - Mio Nonno


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Progetto coastal rowing ...
MessaggioInviato: 16 giu 2012, 12:59 
Non connesso
sostenitore KLI
Avatar utente

Iscritto il: 24 ott 2010, 13:26
Messaggi: 2094
Trovo sia difficile comunque riuscire a rimanere sotto i 5 metri.Spesso questa misura è superata dai kayak monoposto :?
Io Il kayak 2 posti l'ho fatto lungo 460, ma alla fine era largo 70 per avere una buona stabilità dovendolo usare coi figli.

_________________
You can't stop the waves, but you can learn to surf...


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Progetto coastal rowing ...
MessaggioInviato: 16 giu 2012, 14:27 
Non connesso
amministratore
Avatar utente

Iscritto il: 10 apr 2008, 14:18
Messaggi: 2893
Località: Canada
federico69 ha scritto:
Trovo sia difficile comunque riuscire a rimanere sotto i 5 metri.

dipende parecchio anche dal peso dello scafo, coi kayaks e' una cosa, vedi roba da fuime o da surf, ma con cose tipo le whitehalls... lo scafo deve tenere anche se' stesso e quelle sono piuttosto pesanti... volendo uno puo' fare un pram
http://www.nestawayboats.com/userimages ... n_Mini.jpg
o sezionale
http://www.nestawayboats.com/userimages ... MW_web.JPG
Non so come sia in Italia per spese ma una cosa tipo whitehall e' molto piu' comoda su un carrellino
http://whitehallrow.com/number/images/view/494&w=500
Dave Gentry "Ruth" e' uno skin on frame, decisamente leggero per il portapacchi anche se c'e' sempre la lunghezza, i piani erano gratis tempo fa non so ora
http://gentrycustomboats.com/pics/RUTH1.jpg
il National Twelve Foot One Design e' carino e piccolo, (designer: uffa fox nientedimeno)

Insomma dipende dalla tipologia... e dall'estetica che si vuole, i tipi whitehalls ecc sono difficili da battere e parte della bellezza di queste sta nella lunghezza.... :mrgreen: come per le belle gambe :mrgreen:

(ok...per qualche ragione ultimamente il forum ha problemi con le immagini, non so come mai manon non determina le dimensioni, quindi sono links)

_________________
Canoes don’t tip, people just fall out of them – Omer Stringer
Una volta conosciuto il volo, camminerete sulla terra guardando il cielo, perché la siete stati e la vorrete tornare - L. Da Vinci
Per mare e cielo non c'e' rifugio - Mio Nonno


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Progetto coastal rowing ...
MessaggioInviato: 20 lug 2012, 21:22 
Non connesso

Iscritto il: 31 ott 2011, 10:17
Messaggi: 39
Rieccomi .... :) non ho avuto molto tempo da dedicare a questo mio piacere :twisted: :twisted: :twisted: ma ho cercato di tirare insieme le idee e ho buttato giù qualcosa con Delftship

Procedo con ordine, se mi riesce: l'ipotesi del carrello è molto bella e comoda (sopratturro un carellino stradale da attaccare alla macchina) fino a quando però, non devi trovare parcheggio anche per il carrello... nei posti dove bazzico io in estate (liguria, zona di ponente) è quasi impensabile voler usare la macchina... quindi devo usare il portapacchi

questione uno o due vogatori: per la questione portapacchi, voler disegnare per 2 vogatori comporterebbe una barca troppo lungo o troppo pesante o entrambe le cose... quindi disegnerò per un vogatore ... al limite un passeggero con barca un po impennata magari ci sta per giri corti .... la possibilità di barche in più pezzi la lascerei per quando avrò maturato un po di esperienza, adesso mi sembra già difficile questo primo step

autovuotante: questa era un'idea con l'obbiettivo, ad esempio, di poter risalire in barca, anche in acqua alta, imbarcando acqua perchè il bordo barca finisce sott'acqua e non preoccuparsi troppo di questo perchè una volta salito e riassettata la barca l'acqua sarebbe uscita (tutto questo facendo degli opportuni volumi di galleggiamento all'interno dello scafo) ... non so se è fattibile anche tenedo conto dell'obbiettivo di leggerezza che cerco ... (tutto questo non è dovuto alla questione di farsi il bagnetto al largo.... è che sono un po fissato con la sicurezza... metti che casco a bagno, metti che arriva l'onda che ti entra in barca, metti che si mette a piovere mentre sono in barca :lol: ) ... comunque è passato a obbiettivo secondario, se possibile si vedrà....

tipologia costruttiva: pensavo di partire con uno strip in quanto credo sia più semplice da progettare... i listelli sono listelli, probabilmente è più difficile la parte manuale; per il lapstrake invece bisonga ricavare dal progetto la sagoma dei vari pannelli da tagliare a forma adeguata ... però ho scoperto che Delftship fa il lavoro difficile se instradato bene... non resta che imparare :? anche perchè il lapstrake mi piace parecchio ...

nell'Annapolis Wherry i pannelli sono lavorati come nell'immagine qua sotto

Immagine

immagino che rispetto allo sviluppo in piano dei pannelli dato da delftship bisonga prevedere un offset (ipotizzo.... 5 mm ???) e poi fresare il dente lungo tutto il pannello.... :shock: ..... ci sono altri metodi?
il fatto di poter laminare solo l'opera viva è dovuto al fatto che con questo "dente" o cianfrino, il giunto incollato assume una resistenza maggiore rispetto al cuci e incolla classico?

infine anche lo skin on frame è veramente affascinante... ma poi penso a troppe cose e mi si ingarbuglia il l'encefalo ... :lol:

ora Vi faccio vedere cosa ho combinato con Delftship... un attimo solo.... :)


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Progetto coastal rowing ...
MessaggioInviato: 20 lug 2012, 21:57 
Non connesso

Iscritto il: 31 ott 2011, 10:17
Messaggi: 39
allora... questo è quanto ho disegnato... come suggerito da Aco ho ricalcato un Wherry, l'Annapolis ... è un poco lungo ma magari può andare... poi sono ancora prove, anche se rispetto ai primi tentativi mi sembra già meglio, nonostante alcune difficoltà permangano....

questo è quanto:

Allegato:
piani costruttivi (Copia).JPG



Allegato:
distribuzione volumi.JPG



Allegato:
lastre sviluppate (Copia).JPG


non riesco, senza fare danni, a modificare lo sviluppo piano dei pannelli in modo da dargli curvature meno accentuate ... a vedere le foto costruttive dell'Annapolis Wherri mi sembrano pannelli molto più lineari

altra cosa... una barca del genere a che velocità può andare? io ho fatto il calcolo delle resistenze fino a 5 nodi ... e, il calcolo delle resistenze ha una buona approssimazione o per barche così piccole è spannometrico?

allego anche il file di delftship

qualsiasi commento / critica è ben accetta


Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Progetto coastal rowing ...
MessaggioInviato: 20 lug 2012, 22:13 
Non connesso

Iscritto il: 31 ott 2011, 10:17
Messaggi: 39
ops.... pesnavo di averlo allegato... ripovo....

@federico: sul sito di Delftship ho trovato, tra i progetti scaricabili, un coastal rowing in cuci-incolla monoposto di tipo sportivo .. se può essere utile ....


Grazie...


Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Progetto coastal rowing ...
MessaggioInviato: 22 lug 2012, 0:21 
Non connesso

Iscritto il: 31 ott 2011, 10:17
Messaggi: 39
riporto dall'argomento CLAV Smontabile .... http://www.kayakinlegno.com/forum/viewtopic.php?f=99&t=3179&p=50600&hilit=lapstrake#p50600

Aco ha scritto:
Se poi invece vuoi usare solo il legno metti le forme sullo scalo e controlla l'avviamento delle curve con dei listelli, spessora dove necessario e raspa via dove ce ne e' bisogno, per riportarti i pannelli usa un paio di listelli per i bordi superiore e inferiore e fissaci con le graffette dei traversi in diagonale in modo che formino tutti triangoli (/\/\/\/\ per intenderci). In questo modo, quando togli la forma cosi' fatta dallo scalo, rimane con le curve belle precise, la metti sul compensato e tagli i due pannelli assieme cosi' i due lati ti vengono esattamente uguali, e ti fanno da verifica anche per la simmetria dello scalo. La forma inoltre ti da' l'idea delle tensioni nel pannello quando la togli e la metti sul piano. Questa e' la procedura normale per la costruzione a lapstrake ma e' perfetta anche per lo S&G.


quindi, a livello progettuale, non serve neanche definire in modo dettagliato e preciso le lastre è sufficiente controllare che non ci siano troppe tensioni....
se ho capito bene, si fa la prima lastra col metodo che hai indicato, poi invece di utilizzare la cianfrinatura a dente sulla lastra sucessiva, faccio uno smusso sulla lastre appena posate e quindi con listelli e traversi vado a simulare le lastre sucessive sormontando lo smusso appena fatto e via di seguito ...

spettacolo


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Progetto coastal rowing ...
MessaggioInviato: 22 lug 2012, 8:38 
Non connesso
Direttivo KLI
Avatar utente

Iscritto il: 29 set 2009, 11:26
Messaggi: 7378
:wink: Mi intrometto solo adesso avendo comunque seguito sempre il poet. Come mai non pensi alla saldatura a pappone e listello?


Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

_________________
STAFF KLI-Gianni Iandolo

Se costruisci più di 4 kayak come me , avrai una cassata in regalo

La scuola è d'obbligo il cervello è facoltativo!! I miei kayak https://www.youtube.com/user/gianniiand ... rid&view=0


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Progetto coastal rowing ...
MessaggioInviato: 22 lug 2012, 11:16 
Non connesso

Iscritto il: 31 ott 2011, 10:17
Messaggi: 39
ciao Gianni, piacere di leggerti :)
non c'ho mai pensato perchè non conosco la tecnica :wink: .... il listello va posizionato all'interno dello scafo? in sostanza, se è così, sarebbe un rinforzo interno che aiuterebbe anche a coprire eventuali cordoni di epossidica migliorando l'estetica...

ho capito bene?


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 36 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Vai a:  
cron

Servizi Web LV3 - Web Design Davide Tommasin

Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBB.it