Canoa Kayak Turismo Friuli Venezia Giulia

KLI - Kayak in Legno Italia

La Prima Community Italiana dei Costruttori di Canoa e Kayak in Legno
Oggi è 25 mar 2019, 1:24

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 175 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 7, 8, 9, 10, 11, 12  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Re: Canoa in compensato torturato
MessaggioInviato: 21 apr 2012, 20:53 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 13 lug 2011, 11:25
Messaggi: 219
finalmente sono riuscito a collaudare il kayak.... il primo a salire è stato il mio amico loris.. un ragazzone di 1,90 per 90 kg di muscoli che è istruttore di canoa.. mi ha detto che è ottima.. devo fargli dei premicoscia e regolare bene il puntapiedi.. il seggiolino è comodo.. quella che vedete è la lanca della ayala.. il un piccolo lago connesso al ticino tramite un canale.. è ottima per provare le barche... sono propio contento che ha superato i test... ora non mi resta che imparare bene io!!!! :lol: adesso posso entrare nella lista costruttori?


Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.


Top
 Profilo  
 

Sponsor

tatiyak epoxyshop ozone kayak
Creazioni Siti Web Udine Friuli
Se vuoi il tuo banner qui puoi contattarci: richiederci informazioni senza impegno :)

 Oggetto del messaggio: Re: Canoa in compensato torturato
MessaggioInviato: 21 apr 2012, 20:56 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 13 lug 2011, 11:25
Messaggi: 219
altre foto


Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Canoa in compensato torturato
MessaggioInviato: 21 apr 2012, 20:58 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 13 lug 2011, 11:25
Messaggi: 219
foto


Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Canoa in compensato torturato
MessaggioInviato: 21 apr 2012, 21:00 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 13 lug 2011, 11:25
Messaggi: 219
foto


Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Canoa in compensato torturato
MessaggioInviato: 21 apr 2012, 21:14 
Non connesso
sostenitore KLI
Avatar utente

Iscritto il: 20 set 2010, 16:16
Messaggi: 1992
[smilie=pdt_piratz_06.gif] [smilie=pdt_piratz_06.gif] Congratulazioni!...un posto tra i costruttori del KLI ti aspette di sicuro! :D

_________________
A viajar se se discanta, ma chi che parte mona torna mona.
Proverbio veneto


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Canoa in compensato torturato
MessaggioInviato: 21 apr 2012, 21:55 
Non connesso
sostenitore KLI
Avatar utente

Iscritto il: 24 ott 2010, 13:26
Messaggi: 2094
Si si vedrai che Giovanni ti annovera tra i costruttori a pieno titolo.Complimenti

_________________
You can't stop the waves, but you can learn to surf...


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Canoa in compensato torturato
MessaggioInviato: 21 apr 2012, 22:34 
Non connesso
Direttivo KLI
Avatar utente

Iscritto il: 29 set 2009, 11:26
Messaggi: 7378
:mrgreen: Biedduuuuuu èèèèèèèèè.....bravooooo!!!!

_________________
STAFF KLI-Gianni Iandolo

Se costruisci più di 4 kayak come me , avrai una cassata in regalo

La scuola è d'obbligo il cervello è facoltativo!! I miei kayak https://www.youtube.com/user/gianniiand ... rid&view=0


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Canoa in compensato torturato
MessaggioInviato: 22 apr 2012, 13:19 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 13 lug 2011, 11:25
Messaggi: 219
ho letto una notizia sul nostro giornale locale.. 2 ragazzi 27 enni.. il 30 marzo sono partiti propio da questa lanca sul ticino a vigevano, su una canadese in alluminio, in una settimana hanno fatto 470 km.. e sono arrivati a venezia.. ticino-pò-delta del pò- un tochetto di mare e sono arrivati in canal grande!!...... è una cosa che mi frullava in testa da un po!!!! e loro lo hanno fatto!!!


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Canoa in compensato torturato
MessaggioInviato: 22 apr 2012, 21:53 
Non connesso
sostenitore KLI
Avatar utente

Iscritto il: 9 dic 2010, 9:15
Messaggi: 1875
edosailing ha scritto:
finalmente sono riuscito a collaudare il kayak.... .. ora non mi resta che imparare bene io!!!! :lol: adesso posso entrare nella lista costruttori?

Certo Edo che ti tocca il posto nella lista!! :D :D ...ci penso io!! :wink: :wink:

_________________
Fortitudine Vincimus (E. Shackleton)
Gli uomini passano, le idee restano e continuano a camminare sulle gambe di altri uomini. (G. Falcone)
Spesso ci si imbatte nel nostro destino lungo la strada intrapresa per evitarlo (K.F.P.)


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Canoa in compensato torturato
MessaggioInviato: 22 apr 2012, 22:32 
Non connesso
sostenitore KLI
Avatar utente

Iscritto il: 9 dic 2010, 9:15
Messaggi: 1875
Fatto!! :D :D
http://www.kayakinlegno.com/?page_id=377

_________________
Fortitudine Vincimus (E. Shackleton)
Gli uomini passano, le idee restano e continuano a camminare sulle gambe di altri uomini. (G. Falcone)
Spesso ci si imbatte nel nostro destino lungo la strada intrapresa per evitarlo (K.F.P.)


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Canoa in compensato torturato
MessaggioInviato: 23 apr 2012, 7:57 
Non connesso
sostenitore KLI
Avatar utente

Iscritto il: 17 mar 2011, 15:00
Messaggi: 881
:lol: :lol: Congratulazioni Edo! Meno male che qui c'è gente come voi che costruisce in tempi brevi! A differenza di qualcuno che conosco bene che ha dei tempi biblici (sarei io!)! [smilie=pdt_piratz_06.gif]

_________________
Il massimo dalla vita? Una donna calda e una birra fredda! Il massimo della sfiga? L'esatto contrario!
Prossima costruzione:
SeaBee - T.Yost - "Vespino"


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Canoa in compensato torturato
MessaggioInviato: 22 giu 2012, 0:29 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 13 lug 2011, 11:25
Messaggi: 219
io mi sono lanciato... sono fatto un po così.. appena ho avuto il minimo controllo degli sci mi sono lanciato in una pista nera!! mi sono fatto portare con la mia macchina molto a monte di vigevano sul ticino.. e ho disceso.. è qualcosa di meraviglioso.. innanzi tutto il ticino è uno dei pochi fiumi completamente selvaggi.. non arginati dall'uomo.. e il parco del ticino è una cosa che ti sembra di essere in ammazzonia.. in un ramo secondario per un bel tratto mi hanno accompagnato due cigni.. bene taglio corto.. quel giorno era bello in piena .. ma il ticino cambia e la seconda volta volendo fare la stessa esperienza.. ho quando il fondo si alza ( il ticino ha pocha sabbia ma tutti ciottoli) diventa una rapida.. e vraaaaaam sono atterrato sui sassi a tutta velocita... ho fatto una crepetta sul compensato del fondo..niente male .. pero ho dovuto scartavetrare fino alla trama del tessutino.. adesso ho applicato un'altra pelle di tessuto...adesso capisco perchè i canoisti qui hanno tutti quella da discesa estrema corta e larga e piatta.. con quella plastica che resiste anche ai spunzoni!!


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Canoa in compensato torturato
MessaggioInviato: 22 giu 2012, 14:24 
Non connesso
amministratore
Avatar utente

Iscritto il: 10 apr 2008, 14:18
Messaggi: 2893
Località: Canada
:lol: :lol: non ti preoccupare, e' uno dei motivi per cui si dice che le canoe non sono un tavolino da salotto. :lol:
Se vuoi dargli un pelo piu' protezione puoi laminare un altro strato di fibra di vetro sul fondo, tipo fino alla linea d'acqua, il che vuol dire dover carteggiare per bene per togliere la vernice che copre la vetroresina, se lo fai poi ti spiego come ottenere dei bordi belli puliti sulla pezza aggiuntiva.
Un modo un poco piu' spedito e' di mischiare epoxy, grafite (viene nero, boro nitruro esagonale se vuoi bianco) e silice (70%,25%,5% ma puoi variare le proporzioni, cerca di non andare sotto al 60%epoxy) e coprirci il fondo, da' una mistura molto dura grazie alla silice e le rocce non ci aggrappano grazie alla grafite, come avrai notato l'epoxy fa un po di presa, quando incontra uno spuntone questo non scivola via e graffia per tutto il graffiabile. Fondi cosi' protetti hanno inoltre uno spessore leggermente maggiore di materiale extra prima di raggiungere il tessuto e coprire gli inevitabili graffi e' un giochetto perche' i ritocchi non si vedono. Ovvio che per le stesse ragioni per cui la si applica carteggiare una finitura cosi' e' un lavoraccio quindi quando la dai su cerca di darla il meglio possibile.

Puoi farlo adesso oppure goditi il kayak questa stagione e a fine stagione lo proteggi, cosi' vedi anche dove metti la maggior parte dei graffi se vuoi coprire solo il minimo indispensabile

Ricordati il giubbetto ( [smilie=pdt_piratz_04.gif], senza paraspruzzi almeno infila due sacche di galleggiamento a prua e poppa

_________________
Canoes don’t tip, people just fall out of them – Omer Stringer
Una volta conosciuto il volo, camminerete sulla terra guardando il cielo, perché la siete stati e la vorrete tornare - L. Da Vinci
Per mare e cielo non c'e' rifugio - Mio Nonno


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Canoa in compensato torturato
MessaggioInviato: 22 giu 2012, 14:53 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 13 lug 2011, 11:25
Messaggi: 219
adesso ho tutto paraspruzzi, giubbetto e sacche.... quel lavoro di scartavetrare fino al tessuto e applicare un'altro strato di tessuto fino alla linea di galleggiamento l'ho già fatto... però e vero si vede lo scalino... quale è il segreto perchè non si veda?????


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Canoa in compensato torturato
MessaggioInviato: 22 giu 2012, 16:41 
Non connesso
amministratore
Avatar utente

Iscritto il: 10 apr 2008, 14:18
Messaggi: 2893
Località: Canada
mascheri la linea di galleggiamento con nastro da tapezziere (fuori da dove va la pezza), ripara il resto dello scafo con della pellicola trasparente, sacchetti di plastica, quello che hai, non usare giornali perche' l'epoxy ci passa attraverso, tienili sotto un altro giro di nastro o sotto al nastro della mascheratura, taglia la pezza piu' grande del necessario in modo che sormonti il nastro della mascheratura, lamina come al solito, lascia che diventi quasi catalizzato del tutto, 12-24 ore a seconda del catalizzatore, alza i bordi che sovrappongono la mascheratura con tutto il nastro, dovrebbero essere flessibili, con un bisturi bello affilato riuscirai a incidere esattamente al bordo del nastro sfruttando lo spessore del nastro, tieni la lama inclinata in modo da non entrare nello strato sottostante, e' piu' incidere che tagliare attraverso la vetroresina, spezza la vetroresina all'incisione piegando il lembo. Il taglio e' bello netto e gia' dovresti vederlo poco, una carteggiatina leggera abbassa lo scalino un altro po (piu' che altro gli toglie quella specie di spigolo vivo che ha dopo il taglio) e le mani di riempimento pareggiano lo scalino facendolo sparire del tutto.
Il metodo e' anche descritto bene con foto da Vaclav nel suo sito oneoceankayaks, il link diretto e' qui http://www.oneoceankayaks.com/Wshophtm/Shop23a.htm
Ognuno lo fa in maniera un pelo differente, c'e' per esempio chi aspetta che la resina sia solo fuori impronta e taglia completamente attraverso il lembo tenendo la lama parallela allo scafo e completamente appoggiata alla superficie (funziona bene se la lama e' flessibile), partendo da un estremita' cominciano il taglio e sollevano il lembo, con una mano tagliano e con l'altra alzano il lembo come se togliessero solo del nastro da mascheratura. In questa maniera bisogna stare attenti che la mano con la lama preceda la mano che tira il lembo tagliato perche' se e' al contrario la resina e' abbastanza fresca da lasciare che una o piu' delle fibre di vetro sia tirata e si delamini al bordo rovinandolo.
Per lo stesso motivo la lama deve essere molto affilata.
Con la resina cosi' fresca si puo' poi passare qualcosa contro il bordo per ribassarlo in poco, oppure lasciare che catalizzi e dare una carteggiatina come sopra.

Una cosa importante e' di passare con l'unghia lungo il bordo del nastro che usi per mascherare, assicurandorsi che il bordo aderisca perfettamente allo scafo, il principio e' lo stesso che per evitare sbavature con vernici, con la differenza che se e' l'epoxy ad infilarsi sotto al nastro lo appiccica per bene allo scafo e cominci a tirare giu' i santi dal calendario.

se ora hai uno scalino appena percettibile non diventare matto con carteggiature ecc, maschera proprio lungo lo scalino e fagli una linea di galleggiamento tinteggiata, lo spessore della tinta ridurra' un po lo scalino e la linea lo rendera' meno visibile (opera viva->scalino->linea di galleggiamento in tinta-> opera morta)

_________________
Canoes don’t tip, people just fall out of them – Omer Stringer
Una volta conosciuto il volo, camminerete sulla terra guardando il cielo, perché la siete stati e la vorrete tornare - L. Da Vinci
Per mare e cielo non c'e' rifugio - Mio Nonno


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 175 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 7, 8, 9, 10, 11, 12  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Vai a:  
cron

Servizi Web LV3 - Web Design Davide Tommasin

Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBB.it