Canoa Kayak Turismo Friuli Venezia Giulia

KLI - Kayak in Legno Italia

La Prima Community Italiana dei Costruttori di Canoa e Kayak in Legno
Oggi è 17 gen 2019, 18:59

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 62 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4, 5  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Dragonfly e il suo plywood on frame
MessaggioInviato: 10 ago 2011, 22:49 
Non connesso

Iscritto il: 19 mag 2010, 15:05
Messaggi: 101
rieccomi qui, di nuovo a armeggiare con segetto alternativo, riga squadrette e calcolatrice, lanciato in un nuovo delirio autocostruttivo, un po motivato dal soddisfacente risultato del sit on top con propulsione a pedali hobie, un po affascinato da una nuova sfida.
Questa volta si torna alla pagaia, stimolato dal diffondersi di una diversa tipologia di kayak sit on top (l'idea iniziale era per un sit inside)piu lunghi e stretti, di produzione sud africana e australiana, i bellissimi kayak kaskazi,
ovviamente tecnica costruttiva diversa dal normale :mrgreen:
l'idea malsana nasce guardando le fantastiche realizzazione di skin on frame,e in particolare mi risuonano ancora nel cervello quello che scrive , Pietro Nichilo : piu che piani costruttivi, esistono tecniche costruttive... ovvero il contrario della costruzione cuci e incolla, dove è il piano costruttivo, che realizza la forma, ma allora se si riuscisse a contaminare le due tecniche? e.........se lo skin da posare sul frame fosse compensato? e se....lo sviluppo del pannello, derivasse non piu da l'ingrandimento di un disegno, ma si formasse direttamente dalla forma tridimensionale del frame?
e il tarlo scava, scava.... :( e così , comincio a guardarmi intorno , a caccia dell'ispirazione giusta, al circolo canottieri, mi cade l'occhio su un bellissimo sea wolf della qayaq, cavolo è in vtr, ma è anche uno scafo a doppio spigolo, come i skin on frame tradizionali.....mumble mumble ....
ok comincio a buttar giu un disegno, l'idea è di realizzare le paratie chiuse, di separazione tra poggia piedi, schienale , divisorio gavone posteriore e una serie di cornici di rinforzo, da fissare su scalo rigido ( come per lo srip planking) e su queste incollare direttamente il listello della chiglia e i listelli laterali, in modo da ottenere gia una forma dello scafo rigida , sulla quale realizzare e incollare le strisce di compensato...semplice no?
per ora niente foto.. ho la digitale ko :(
tanto per sapere, c'è qualcun altro che ha pensato di fare una cosa così? io non sono riuscito a trovare nulla...

_________________
il mio blog

http://kayakfishingmaremma.blogspot.com/


Ultima modifica di chiossul il 24 gen 2012, 19:40, modificato 1 volta in totale.
edit titolo piu descrittivo


Top
 Profilo  
 

Sponsor

tatiyak epoxyshop ozone kayak
Creazioni Siti Web Udine Friuli
Se vuoi il tuo banner qui puoi contattarci: richiederci informazioni senza impegno :)

 Oggetto del messaggio: Re: e il tarlo ricomincia a rosicare
MessaggioInviato: 11 ago 2011, 5:49 
Non connesso
sostenitore KLI
Avatar utente

Iscritto il: 2 ott 2010, 13:21
Messaggi: 715
Ciao, anch'io avevo pensato di fare una cosa così, non per sminuire la tua idea, ma il SOF è un SOF proprio perchè è pelle e struttura.
Farlo di compensato non fai altro che realizzare un cuci e incolla "in diretta", senza i disegni delle sagome. Questa è solo la mia idea da neofita quale sono.
Io invece vorrei realizzare un SOF leggero, fatto con materiali alternativi e magari riciclati. E' un pò che ci penso, intanto faccio lavorare i neuroni, :lol: :lol: poi si vedrà.. :mrgreen:

_________________
Ciromare
Chi lavora con le mani è un operaio,
chi lavora con le mani e con la testa è un artigiano,
chi lavora con le mani, con la testa e con il cuore è un artista.
(San Francesco d'Assisi)


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: e il tarlo ricomincia a rosicare
MessaggioInviato: 11 ago 2011, 10:04 
Non connesso
sostenitore KLI
Avatar utente

Iscritto il: 7 nov 2009, 8:12
Messaggi: 3159
Ben vengano questi fermenti di nuove sperimentazioni ! Le grandi innovazioni sono nate così... : Ognuno apprende dalle precedenti esperienze... poi in alcuni scatta la scintilla e il lampo di genio... (raramente...) oppure un "flop"... Ma l'importante è tentare, innamorarsi di un'idea e scommetterci sù.

_________________
A vida è arte do incontro (La vita è l'arte dell'incontro - Vinicius De Moraes)


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: e il tarlo ricomincia a rosicare
MessaggioInviato: 11 ago 2011, 12:27 
Non connesso
sostenitore KLI
Avatar utente

Iscritto il: 9 dic 2010, 9:15
Messaggi: 1875
Io a suo tempo avevo pensato e proposto una versione di "easykayak" fatto con compensato torurato, magari con un 3mm di c.m. , più rinforzo con la vetroresina tagli longitudinali sulla faccia int. del c.m. per favorire il modellamento da riempire con stucco epox successivamente, ecc, ecc.
Ma porca trottola!!...finchè nn ho il posto sono solo belle idee e fantasticherie...

_________________
Fortitudine Vincimus (E. Shackleton)
Gli uomini passano, le idee restano e continuano a camminare sulle gambe di altri uomini. (G. Falcone)
Spesso ci si imbatte nel nostro destino lungo la strada intrapresa per evitarlo (K.F.P.)


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: e il tarlo ricomincia a rosicare
MessaggioInviato: 11 ago 2011, 14:47 
Non connesso

Iscritto il: 19 mag 2010, 15:05
Messaggi: 101
vedremo ben che ne scappa fuori....per adesso ho cominciato a fissare allo scalo rigido le dime di compensato da 8 mm e le sagome di poppa e prua..

_________________
il mio blog

http://kayakfishingmaremma.blogspot.com/


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: e il tarlo ricomincia a rosicare
MessaggioInviato: 11 ago 2011, 17:02 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 25 giu 2010, 14:32
Messaggi: 432
io frugando alla ricerca di info sugli scafi yost ho trovato il sea bee fatto proprio come dici tu ecco una foto in cui si vede il frame interno e lo "skin" in listelli di legno. il risultato non è affatto male. la foto è recuperata da un gruppo yahoo interessante segnalo l'indirizzo http://groups.yahoo.com/group/Yost-Skin-On-Frame-Boats/


Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: e il tarlo ricomincia a rosicare
MessaggioInviato: 11 ago 2011, 17:34 
Non connesso
Fondatore
Avatar utente

Iscritto il: 2 nov 2006, 11:58
Messaggi: 7123
Località: campoformido
non serve che vai tanto lontano :wink: , qui il nostro ismano da sfoggio in questo tipo di costruzioni con risvolti molto interessanti:
Immagine
vedi qui:
viewtopic.php?f=12&t=2602&start=45

_________________
LUCIDI FABIO

i miei figli: easykayak-neweasykayak-aceroko-sklese-nuarji-protox-mrkrab-nesqyk-ladyak-puzzle-idro-idro2-marioyak-soffietto
http://WWW.EPOXYSHOP.IT


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: e il tarlo ricomincia a rosicare
MessaggioInviato: 11 ago 2011, 19:56 
Non connesso
Direttivo KLI
Avatar utente

Iscritto il: 29 set 2009, 11:26
Messaggi: 7378
:mrgreen: Ed in più..............Mio compare Ismano....lo ha fatto anche divisibile in 3 pezzi........!!! Un vero MITO.....!!!! :wink:

_________________
STAFF KLI-Gianni Iandolo

Se costruisci più di 4 kayak come me , avrai una cassata in regalo

La scuola è d'obbligo il cervello è facoltativo!! I miei kayak https://www.youtube.com/user/gianniiand ... rid&view=0


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: e il tarlo ricomincia a rosicare
MessaggioInviato: 11 ago 2011, 21:15 
Non connesso
sostenitore KLI
Avatar utente

Iscritto il: 2 ott 2010, 13:21
Messaggi: 715
infatti non è per niente male divisibile, a Bibione ne aveva uno fatto in carbonio l'amico di Luisella, mi sfugge il nome :oops:

_________________
Ciromare
Chi lavora con le mani è un operaio,
chi lavora con le mani e con la testa è un artigiano,
chi lavora con le mani, con la testa e con il cuore è un artista.
(San Francesco d'Assisi)


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: e il tarlo ricomincia a rosicare
MessaggioInviato: 12 ago 2011, 6:57 
Non connesso
sostenitore KLI
Avatar utente

Iscritto il: 7 nov 2009, 8:12
Messaggi: 3159
....Ne aveva fatto uno in carbonio... [smilie=pdt_piratz_04.gif] Quello dell'amico di Luisella, Giovanni è il "Qannaq 515" di un cantiere giapponese, uno dei migliori Greenland in composito in commercio.

_________________
A vida è arte do incontro (La vita è l'arte dell'incontro - Vinicius De Moraes)


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: e il tarlo ricomincia a rosicare
MessaggioInviato: 14 ago 2011, 20:51 
Non connesso
sostenitore KLI

Iscritto il: 9 ott 2010, 20:06
Messaggi: 498
ciao dragonfly come lo sperimentare tecniche nuove è anche per me una malattia anche se la ritengo non malvagia :D ..fabio ha postato la mia Gora che ho costruito utilizzando compensato e listelli onestamente sconsiglierei l' utilizzo dele compensato per uno scafo da linee curve si deve affrontare una doppia torsione che crea non pochi problemi.
Al conrtario l' uso delle due tecniche insieme per gli scafi a spigolo può risultare una bella soluzione con il mio amico ettore stiamo realizzando uno skin on frame si yost che rivestiremo in plexiglax e l' utilizzo di listelli per giochi estetici e di giunture.

viewtopic.php?f=53&t=2887

Compare Tri troppo buono tu sei il capofamiglia sicilygreendland!! :mrgreen:


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: e il tarlo ricomincia a rosicare
MessaggioInviato: 14 ago 2011, 22:25 
Non connesso

Iscritto il: 19 mag 2010, 15:05
Messaggi: 101
infatti.. si tratta di scafo a spigolo, per spiegare un po la dinamica vorrei mettere una foto,ma non riesco a caricarla

_________________
il mio blog

http://kayakfishingmaremma.blogspot.com/


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: e il tarlo ricomincia a rosicare
MessaggioInviato: 16 ago 2011, 7:45 
Non connesso
sostenitore KLI
Avatar utente

Iscritto il: 7 nov 2009, 8:12
Messaggi: 3159
Lo stesso Yost nella sezione introduttiva del suo sito accenna alla possibilità di realizzare i vari modelli illustrati, con la tecnica "Cuci e Incolla" o "Listelli profilati" : basta utilizzare le sezioni trasversali non come ordinate ma come seste. Nella foto allegata il "Sea Ranger" versione strip.


Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

_________________
A vida è arte do incontro (La vita è l'arte dell'incontro - Vinicius De Moraes)


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: e il tarlo ricomincia a rosicare
MessaggioInviato: 22 ago 2011, 16:36 
Non connesso

Iscritto il: 19 mag 2010, 15:05
Messaggi: 101
ecco come si presenta allo stato attuale.....notare il caos che regna sovrano... :mrgreen:
Allegato:
DSCN1131.JPG

Allegato:
DSCN1132.JPG

Allegato:
DSCN1135.JPG


Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

_________________
il mio blog

http://kayakfishingmaremma.blogspot.com/


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: e il tarlo ricomincia a rosicare
MessaggioInviato: 2 gen 2012, 22:36 
Non connesso

Iscritto il: 19 mag 2010, 15:05
Messaggi: 101
finalmente sono riuscito a trovare un po di tempo per portarmi avanti con i lavori.
volevo anche ringraziare tutti quelli che si sono presi la briga di leggere e di scrivermi, per la serie meglio tardi... :oops:
comunque, da dove avevo lasciato, la prima mossa è stata quella di portare in piano il bordo del corrente e della chiglia con il profilo delle paratie strutturali grazie all'immancabile carro armato Immagine
fatto questo, mi sono domandato come fare per ottenere rapidamente le sagome di compensato da applicare sui correnti, era abbastanza improponibile tracciare direttamente le strisce allora la soluzione che ho "pensato" è stata quella di utilizzare una striscia di vetroresina trasparente, che è di per se molto flessibile e che si è rivelata perfetta per lo scopo,infatti mi è bastato ammorsettarla ai correnti e , grazie alla trasparenza, tracciare con l'indelebile una serie di punti dove poi effettuare il taglio, punti che poi ho unito con una stecca flessibile, in modo da ottenere curve omogenee Immagine
in questo modo , inoltre mi sono ritrovato tra le mani la sagoma scala 1:1 per eventuali repliche , anche se mi sembrerebbe abbastanza impossibile poter usare la tecnica del cuci&incolla, a causa della forte flessione/torsione che ho dovuto dare , soprattutto per la zona prodiera alle strisce della carena, comunque con la sagoma di vetroresina, ho calibrato l'altezza delle strisce di compensato da unire insieme con la tecnica della palella Immagine
una volta catalizzata l'epossidica, è bastato appoggiare la sagoma sulla striscia di compensato e tracciare con il lapis il contorno, tagliarlo con l'alternativo e rifinire il taglio con la solita levigatrice a nastro(non so davvero come farei senza)Immagine

_________________
il mio blog

http://kayakfishingmaremma.blogspot.com/


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 62 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4, 5  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Vai a:  

Servizi Web LV3 - Web Design Davide Tommasin

Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBB.it